Skip to main content

Adolescenti, tra noia e pressione: come coltivare il piacere del miglioramento? Le risposte del report “Mai più soli”

La Fondazione Patrizio Paoletti ha pubblicato un report completamente dedicato all’adolescenza, per favorire l’innovazione educativa e il benessere giovanile, condividendo i risultati di una serie di studi effettuati tra il 2022 e il 2023. Gli studi si sono avvalsi della collaborazione dell’Università degli Studi di Padova. Dalla ricerca, che ha coinvolto ragazzi dagli 11 ai 19 anni, emergono le principali risorse e sfide percepite dai giovani. E i più importanti orizzonti di intervento psicopedagogico.

Da un’indagine specifica sulle emozioni, cui hanno risposto 861 ragazzi, emerge che la maggior parte degli adolescenti (58%) ha provato emozioni negative durante il lockdown. Tra queste, la più diffusa è stata la noia (29%). Durante il 2023, 968 studenti sono stati invitati a riflettere sui problemi della loro età. Il 30% dei ragazzi ha riferito di sperimentare una forte pressione sociale, a scuola, nel gruppo dei pari e in famiglia. Andrea, di 13 anni, l’ha descritta come “La pressione da parte di tutti nel fare sempre meglio”. Una definizione che spinge a chiederci: esiste un modo per migliorarsi, che non sia una serie vertiginosa di montagne russe, tra noia e ansia?

L’intervento interdisciplinare neuropsicopedagogico “Prefigurare il Futuro” ha dimostrato di sostenere fortemente l’auto-miglioramento dei ragazzi, coltivandone le naturali risorse, con un incremento significativo nell’auto-gentilezza, consapevolezza, empatia, sensibilità verso l’altro e capacità di ridimensionamento delle emozioni negative. E con un passaggio da una mente reattiva e automatica a una mente più consapevole, in grado di mantenere una prospettiva più equilibrata, oggettiva e neutrale. In particolare, il programma delle 10 chiavi della resilienza aiuta gli adolescenti a predisporsi positivamente alle sfide quotidiane, massimizzando le emozioni positive e coltivando l’entusiasmo, la gratitudine e la curiosità.

Quest’ultima agisce sul nostro cervello come una sorta di ricompensa, attivando gli stessi circuiti dopaminergici innescati, per esempio, dal buon cibo e promuove, in definitiva, il piacere del miglioramento. “Dopo aver partecipato a questo percorso ho capito una cosa molto importante” – testimonia un’altra giovane voce che ha seguito il progetto formativo ed esperienziale di Fondazione Patrizio Paoletti . “Noi possiamo esercitare molto potere su noi stessi, e possiamo migliorarci, migliorare le nostre emozioni, migliorare i nostri obiettivi”.

Puoi scaricare gratuitamente il report Focus adolescenza: sfide e risorse positive nel post-pandemia a questa pagina: https://fondazionepatriziopaoletti.org/focus-adolescenza-report/. È inoltre possibile iscriversi all’evento gratuito di Prefigurare il Futuro per potenziare resilienza, speranza e progettualità. Ci sono infinite possibilità di miglioramento. L’avventura di migliorarsi, col motore della curiosità, sarà un viaggio meraviglioso.

Fonti:

Focus adolescenza: sfide e risorse positive nel post-pandemia (2023) Fondazione Patrizio Paoletti per lo sviluppo e la comunicazione

Foto di Brent Ninaber su Unsplash

Sii parte del cambiamento. Condividere responsabilmente contenuti è un gesto che significa sostenibilità

Potrebbe interessarti

    Iscriviti alla newsletter

    NEWSLETTER GEN

    Modulo per l'iscrizione alla newsletter FPP

    Nome(Obbligatorio)
    Email(Obbligatorio)
    Privacy Policy(Obbligatorio)
    Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.