fbpx

Connettività cerebrale tra neuroscienze e spiritualità

“La spiritualità è uno stato cerebrale a cui tutti possiamo giungere, religiosi o no”. È il titolo dell’articolo pubblicato oggi sui media di Aeon Psyche, scritto da Tal D. Ben-Soussan, direttrice dell’Istituto di ricerca RINED della Fondazione Patrizio Paoletti.

Aeon Psyche è una delle riviste più diffuse a livello globale, che mira, attraverso un approccio interdisciplinare, ad “illuminare la condizione umana attraverso la psicologia, la comprensione filosofica e le arti”.

In questo articolo divulgativo, la direttrice del nostro Istituto di ricerca in neuroscienze, pedagogia e didattica ci accompagna alla scoperta dei meccanismi cerebrali che accompagnano le esperienze considerate tradizionalmente spirituali. Indagando il nostro cervello, scopriamo che il fattore più importante in queste esperienze, al di là delle diverse forme che hanno assunto nella storia umana, è l’interconnessione tra aree cerebrali e quindi tra aspetti della nostra esperienza.

Attraverso le più recenti scoperte, possiamo trovare applicazioni pratiche per migliorare il nostro quotidiano, la nostra relazione con noi stessi e con gli altri in modo efficace per i nostri tempi. Il sapere scientifico ci porta così a nuovi approcci a quell’auto-consapevolezza che può essere potenziata attraverso il giusto allenamento e che è alla base di ogni vero benessere.

L’articolo è stato pubblicato da Aeon grazie al supporto della John Templeton Foundation.

Iscriviti alla newsletter