Skip to main content

La promozione della salute mentale dalla prospettiva della psicologia positiva

L’antica saggezza di molte culture, dalla Grecia all’Oriente, insegna che la salute mentale non deriva dalla costante ricerca della felicità, ma dall’integrazione di tutte le emozioni umane, enfatizzando equilibrio e moderazione come chiavi per una vita appagante.

Questo approccio è in sintonia con i principi della Psicologia Positiva, che definisce la salute mentale come uno stato dinamico, ossia in costante cambiamento e determinato dalla continua negoziazione tra la persona e il suo contesto; e multidimensionale, ossia determinato da diverse dimensioni dell’esperienza umana, in linea con la Pedagogia per il Terzo Millennio.

In riferimento a quest’ultimo aspetto, sono diverse le dimensioni che la Psicologia Positiva individua come fondamentali per la salute mentale. Tra queste, troviamo la dimensione psicologica, emotiva, sociale, spirituale e comportamentale. La ricerca nel campo della Psicologia Positiva suggerisce che lavorare attivamente su una o più di queste dimensioni ci aiuta a migliorare la nostra salute mentale.

Un importante aspetto della dimensione psicologica che influisce sulla nostra salute mentale è la gestione dello stress tramite strategie di coping efficaci. A tal riguardo, la ricerca suggerisce di creare routine di gestione dello stress che includano pratiche come il rilassamento, la meditazione o pratiche di movimento mindful come lo yoga o il Quadrato Motor Training.

L’accettazione di sé, con pregi e difetti, è un altro importante determinante della nostra salute mentale, questa volta della dimensione emotiva. Quando ci accettiamo e riconosciamo che gli errori fanno parte dell’esperienza umana, riduciamo l’autocritica e sviluppiamo una maggiore autenticità. A tal riguardo, la Psicologia Positiva suggerisce pratiche come l’auto-compassione, che ci insegna a trattare noi stessi con gentilezza e comprensione.

Fornire spazio per relazioni interpersonali sane è un ulteriore pilastro della salute mentale che rientra nella dimensione sociale. Coltivare relazioni sane significa cercare connessioni basate sulla fiducia, il rispetto e la reciproca crescita. Lavorare sulla propria capacità di comunicare apertamente e ascoltare attivamente sono due strategie efficaci per coltivare questa dimensione della salute mentale.

Nell’auto-promozione della salute mentale, attribuire uno scopo e un significato alla propria vita assume un ruolo altrettanto rilevante. Questo aspetto si riferisce alla nostra dimensione spirituale e può essere coltivato esplorando i propri valori, passioni e obiettivi personali. La pratica della gratitudine e il riconoscimento dei momenti significativi possono aiutare a sviluppare questa dimensione.

Infine, un equilibrio tra l’attenzione a sé stessi e agli altri è fondamentale per il benessere globale. Concentrarsi esclusivamente su sé stessi può portare all’isolamento e alla mancanza di prospettiva, mentre trascurare le responsabilità sociali può generare sentimenti di inutilità. Trovare un equilibrio tra queste polarità è cruciale per garantire una salute mentale ottimale. Partecipare attivamente alla comunità, anche mediante attività di volontariato su cause che ci stanno a cuore, è un passo essenziale per coltivare questa dimensione comportamentale della salute mentale.

In sintesi, la Psicologia Positiva ci offre un quadro completo per promuovere la nostra salute mentale. Attraverso l’equilibrio tra diverse dimensioni possiamo ottenere un benessere complessivo. Questo approccio mette in luce il potere della gestione dello stress, dell’accettazione di sé, delle relazioni sane, del significato nella vita e dell’equilibrio tra il tempo dedicato a noi stessi e agli altri. Applicare questi principi nella nostra vita quotidiana può portare a una maggiore felicità e salute mentale. La Psicologia Positiva ci offre strumenti concreti per coltivare una vita più appagante e significativa. Ora spetta a noi compiere il prossimo passo.

 

Bibliografia
  • Delle Fave, A., Wissing, M. P., & Brdar, I. (2023). Beyond polarization towards dynamic balance: harmony as the core of mental health. Frontiers in psychology, 14. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC10525342/
  • Seligman, M. E. (2019). Positive psychology: A personal history. Annual review of clinical psychology, 15, 1-23. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/30525996/
  • Seligman, M. E. (2009). What You Can Change… and What You Can’t: The Complete Guide to Successful Self-Improvement. Vintage.
  • Seligman, M. E., Caprara, G. V., & Innocenti, F. (2013). Imparare l’ottimismo: come cambiare la vita cambiando il pensiero.

Sii parte del cambiamento. Condividere responsabilmente contenuti è un gesto che significa sostenibilità

Potrebbe interessarti

    Iscriviti alla newsletter

    NEWSLETTER GEN

    Modulo per l'iscrizione alla newsletter FPP

    Nome(Obbligatorio)
    Email(Obbligatorio)
    Privacy Policy(Obbligatorio)
    Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.