Skip to main content

AIS – Assisi International School, dove avviene il cambiamento: le nuove frontiere educative verso il nuovo nido e il Liceo Classico Internazionale STEM

Nel cuore di Assisi, Città della Pace, si trova un modello di esplorazione delle nuove frontiere educative: AIS – Assisi International School. La scuola di Fondazione Patrizio Paoletti, che copre le fasi cruciali della formazione, dalla scuola dell’infanzia a quella secondaria di primo grado, ha abbracciato con entusiasmo un approccio unico, combinando il metodo Montessori con la visione innovativa della Pedagogia per il Terzo Millennio, arricchendo l’esperienza formativa con un’immersione precoce nella lingua inglese.

AIS rappresenta una vera e propria frontiera della pedagogica e della didattica, dove si compie un costante processo di ricerca, innovazione ed esplorazione nel campo dell’istruzione. Questo concetto suggerisce che l’educazione è un terreno dinamico, in continua evoluzione, dove educatori, studenti e ricercatori si impegnano nella scoperta di nuovi metodi, approcci e tecnologie.

I numeri di AIS – Assisi International School

Il successo di AIS dimostra come questa scuola rappresenti una risposta concreta alle esigenze educative del nostro tempo:

  • Dal 2014 oltre 900 studenti e studentesse hanno completato il curriculo di studi AIS, unico in Umbria ad offrire il CV Cambridge fin dalla primaria
  • Dal 2015 oltre 200 ore di formazione erogata per potenziare il corpo docenti sulle competenze educative/relazionali/ metodologiche del progetto
  • Dal 2017 oltre 315 Diplomi Cambridge International Education sono stati conferiti
  • Dal 2019 oltre 550 esami da privatisti sostenuti
  • Dal 2019 6 progetti Erasmus+ partecipati
  • DAL 2019 abbiamo iniziato un percorso attivo di applicazione di alcuni protocolli di ricerca della Fondazione Paoletti nelle classi della nostra scuola.  
  • Gli studenti hanno partecipato a due ricerche neuroscientifiche sulla meditazione, con 8 classi, dalla III primaria alla III secondaria
  • Dal 2020-2021 oltre 1.000 ore erogate online
  • Oltre 100 studenti hanno scelto il liceo come scuola secondaria di 2° grado

L’approccio neuro-psicopedagogico all’educazione dell’infanzia in Assisi International School

Le scienze cognitive e la neuro-educazione, di cui Montessori fu una precorritrice e su cui si basa la Pedagogia per il Terzo Millennio, sono fondamentali per comprendere come il cervello apprende e come migliorare le strategie didattiche. Le frontiere educative includono ricerche sulla plasticità cerebrale, sulla memoria e sull’ottimizzazione dell’ambiente di apprendimento per massimizzare il rendimento cognitivo.

In quest’ottica, AIS è un ambiente educativo strutturato per favorire l’azione intesa come movimento finalizzato ad uno scopo intelligente. Il bambino e la bambina iniziano così a strutturare il pensiero attraverso la manipolazione. Nella prima infanzia, la mano aiuta lo sviluppo dell’intelligenza, è la prima fonte di informazioni e svolge un ruolo cruciale nei processi di apprendimento. Nella sezione primavera, il tratto netto e guidato rappresenta poi l’ordine e l’evoluzione delle abilità.

Come ci narra Maria Montessori, la mano è quell’organo fine e complicato nella sua struttura, che permette all’intelligenza non solo di manifestarsi ma di entrare in rapporti speciali con l’ambiente educante. La mente del bambino dai 3 ai 5 anni comincia ad eseguire compiti di tipo umano definito, utilizzando la sua intelligenza: organizza le lettere, forma le parole, inizia ad interpretare i numeri. Il suo gioco è in realtà lavoro, perché il bambino sta lavorando per il proprio sviluppo. Contemporaneamente, la preparazione multilingue non solo apre le porte a opportunità globali, ma migliora anche la flessibilità cognitiva e la consapevolezza interculturale degli studenti.

Con l’uso dei materiali avviene un apprendimento esperienziale, e nelle ultime fasi di questo cammino i bambini si preparano all’astrazione dei concetti.

Pedagogia per il Terzo Millennio: una visione olistica basata sulle più recenti scoperte scientifiche

Patrizio Paoletti ha contribuito in modo significativo all’innovazione educativa con la sua Pedagogia per il Terzo Millennio, basata sulle più recenti scoperte nei campi della ricerca neuroscientifica e psicopedagogica. Questo approccio olistico si concentra sull’educazione delle competenze del futuro: pensiero critico, creatività, collaborazione e comunicazione. AIS ha adottato con entusiasmo questa visione, integrandola nel curriculum per preparare gli studenti non solo a superare gli esami, ma anche a navigare nei complessi scenari del XXI secolo.

Inoltre, arte e musica sono culture fondamentali per ispirare i bambini nel percorso della scuola primaria. La creatività è eletta a elemento essenziale privilegiato, perché attraverso il pensiero divergente si sviluppano abilità espressive e si potenzia il problem-solving. La didattica del terzo millennio non può limitarsi al qui e ora, ma deve prefigurare il futuro e fornire agli studenti competenze e abilità che rispondano alle occorrenze del domani. Il mondo dei saperi classici, dell’arte e della musica si incontrano nella cyber dimensione, si sposano con le tecnologie e si fanno sistema. Non c’è vera conoscenza senza consapevolezza, non ci sono veri apprendimenti senza organizzazione e organicità.

AIS è una scuola che coniuga le più recenti ricerche neuroscientifiche con il metodo Montessori. Il focus è il benessere e la felicità di ogni bambino che varca la soglia della scuola. Per fare questo, riteniamo due elementi fondamentali ed essenziali: il primo è mantenere intatto nel bambino il suo amore per la conoscenza e per il sapere; il secondo è rendere cosciente ogni bambino, ogni ragazzo del suo legame con gli altri esseri viventi e con l’ambiente.

Un Team di Educatori qualificati e appassionati

L’innovazione pedagogica non sarebbe completa senza un team di educatori altamente qualificati e appassionati. AIS si impegna a reclutare insegnanti con una profonda comprensione delle metodologie adottate, incoraggiandoli a essere facilitatori dell’apprendimento anziché semplici trasmettitori di nozioni.

Ovviamente, l’adozione di metodologie innovative presenta sfide, tra cui la necessità di adattare continuamente il curriculum e di formare costantemente gli insegnanti. AIS si impegna a superare queste sfide, consapevole che solo attraverso la continua evoluzione si può mantenere un ambiente educativo all’avanguardia.

Sfide future: Nido dell’Infanzia e Liceo Classico Internazionale STEM

Guardando al futuro, AIS – Assisi International School si propone di condividere le sue best practice con altre istituzioni, contribuendo a plasmare il panorama educativo globale. La missione è ispirare e preparare le nuove generazioni per affrontare le sfide emergenti, garantendo che ogni studente cresca con una comprensione profonda di se stesso e del mondo che lo circonda.

Con questi fini nascono i nuovi progetti:

Con le parole di Patrizio Paoletti:

“La nostra scuola è entrare nella vita del mondo, cercando di dare a ogni allieva e ad ogni allievo, nel rispetto delle sue particolari, peculiari capacità e dei suoi naturali talenti, quell’allenamento, quell’amplificazione che permetterà di essere eccellente, cioè capace di spingere fuori il meglio di sé”.

Sii parte del cambiamento. Condividere responsabilmente contenuti è un gesto che significa sostenibilità

Potrebbe interessarti

    Iscriviti alla newsletter

    NEWSLETTER GEN

    Modulo per l'iscrizione alla newsletter FPP

    Nome(Obbligatorio)
    Email(Obbligatorio)
    Privacy Policy(Obbligatorio)
    Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.