fbpx

Accogliamo il futuro. Il nuovo progetto di Fondazione Patrizio Paoletti e Fondazione l’Albero della Vita a sostegno dei bambini ucraini rifugiati in Italia e delle loro famiglie

Si chiama “Accogliamo il Futuro” il nuovo progetto di Fondazione Patrizio Paoletti e Fondazione Albero della Vita. A Celle Ligure, a Perugia e in altre quattro città italiane, il progetto costruirà degli spazi dedicati ai bambini ucraini, rifugiati in Italia a seguito della guerra, e alle loro famiglie.

Obiettivo di “Accogliamo il futuro” è riconsegnare ai bambini una routine e allo stesso tempo ricreare un ordine chiaro nello spazio circostante. Per i bambini è fondamentale ritrovare il senso di normalità perduto a causa della situazione di emergenza: momenti fatti di orari e appuntamenti, gioco, creatività, stimoli, sperimentazione, ascolto e condivisione.

L’obiettivo è far sì che questi luoghi, e le diverse attività che vi si svolgono, siano realmente orientanti per i bambini e i loro genitori. Il tutto all’insegna del rilancio delle proprie risorse e aspirazioni o della scoperta e costruzione delle medesime.

In questo senso, il bambino sarà incoraggiato, a prescindere dal tempo che trascorrerà nel centro di accoglienza, a lasciare un contributo e una propria traccia. Viene quindi invogliato a personalizzare lo spazio che diventa oltre che di tutti anche proprio.

Le attività previste dal progetto saranno principalmente di tre tipi:

  • attività destrutturate (gioco di gruppo, il disegno libero e la manipolazione di materiali)
  • attività strutturate, oltre ad attività più prettamente didattiche, scolastiche anche attività creative come la creazione di oggetti
  • attività che fungano da memoria storica. Attraverso quest’ultima attività i bambini possono contribuire a costruire il proprio luogo, lasciando un segno del loro passaggio e una testimonianza per chi arriverà dopo. Sapere che in tanti stanno facendo lo stesso percorso dà al bambino un punto di riferimento. La stessa contingenza, per quanto drammatica, può rappresentate una parte della propria storia vissuta come esperienza comunque costruttiva.

Fin da subito Fondazione Patrizio Paoletti si è attivata per offrire a genitori, educatori e insegnanti, sempre in collaborazione con Fondazione Albero della Vita,  strumenti per affrontare il tema della guerra con bambini e adolescenti. Nei prossimi giorni sul nostro sito si potrà rivedere il webinar del 13 aprile scorso “Come parlare della guerra a bambini e adolescenti” e leggere la “Guida in 10 passi”.

 

SOSTIENI QUESTO PROGETTO E AIUTACI AD AIUTARE

accogliamo il futuro, apprendimento, ascolto, bambini, condivisione, fondazione albero della vita, futuro, genitori, gioco, guerra, pace, profughi, Ucraina

Iscriviti alla newsletter