Skip to main content

Fondo Emergenze: è iniziato l’intervento al fianco di famiglie, insegnanti e bambini colpiti dall’alluvione in Emilia-Romagna

Mentre continuano le allerte meteo e l’assistenza h24 alla popolazione evacuata in Emilia-Romagna da parte della Protezione Civile e degli altri Enti di pronto soccorso, anche Fondazione Patrizio Paoletti – unitamente all’espressione di cordoglio per le famiglie delle vittime e alla solidarietà verso il resto delle comunità colpite – si è attivata in modo concreto sul territorio.

Fondazione Patrizio Paoletti, ente di ricerca e formazione in campo neuroscientifico e psicopedagogico, ha rilanciato “Prefigurare il futuro, metodi e tecniche per potenziare speranza e progettualità”, per rispondere a calamità naturali come l’alluvione che ha colpito l’Emilia Romagna in  queste settimane, mettendo a disposizione un compendio dei consigli più importanti per non farsi prendere dal panico e poter trovare il giusto stato interiore per poter essere genitori e insegnanti  efficaci anche quando tutto è incerto.

Psicologi, formatori e neuroscienziati della Fondazione Patrizio Paoletti hanno voluto sottolineare con questo strumento come anche in momenti di crisi e di difficoltà è possibile creare le condizioni per rendere la relazione educativa ancora più significativa. Infatti, gli strumenti che il genitore e l’educatore, e l’insegnante  sapranno dare al bambino per affrontare le difficoltà sono quelli che imparerà a utilizzare sempre, nella vita, ogniqualvolta si troverà a incontrare aspetti complessi da gestire.

Attualmente la situazione è ancora molto critica, nonostante ciò, la vita è in ripresa e alcune strade e scuole sono state riaperte, mentre il fango lentamente si ritira da Faenza, Forlì, Cesena e gli altri luoghi colpiti dall’alluvione. A Ravenna la situazione è ancora difficile ma sembra scongiurata la possibilità che la città, i suoi edifici e le sue opere d’arte millenarie possano essere inghiottite dall’acqua. In questo scenario di difficoltà che continuerà nei mesi della ricostruzione, Fondazione Patrizio Paoletti vuole mettere la propria esperienza di ricerca a disposizione delle famiglie, degli insegnanti e educatori per affrontare, in sinergia con il territorio,  tutte quelle situazioni di stress e trauma a carico di bambini e adolescenti colpiti da disastri ambientali.

Si tratta infatti di tragedie che portano con sé vittime, feriti, distruzione. Il percorso verso una nuova normalità è spesso lungo e complesso. Anche quando le perdite possono sembrare superate, le ferite sembrano rimarginarsi e le macerie rimosse, il lungo effetto del disastro si fa sentire soprattutto a livello psicologico e senza un intervento  mirato e sistematico attuato dalla comunità, può  lasciare un’impronta persistente nel tempo.

Per questo Fondazione Patrizio Paoletti, dopo il recente intervento in Turchia, a seguito del terremoto, con una terza missione attiva nella regione di Hatay, sarà presente nelle zone colpite dall’alluvione in Emilia-Romagna, mettendo a disposizione delle popolazioni alcuni strumenti del programma ‘Prefigurare il futuro’ come il vademecum dal titolo “AFFRONTARE GLI EFFETTI DI EVENTI CALAMITOSI”: linee guida per aiutare le famiglie e gli educatori.

La Resp. del progetto, Tania Di Giuseppe, Psicologa, Psicoterapeuta  e Responsabile della ricerca psicopedagogica dell’Ente:

L’alluvione, come qualsiasi evento calamitoso è un evento che può causare danni fisici ed emotivi, soprattutto nei bambini, che spesso si sentono vulnerabili e impauriti in situazioni di emergenza. Le 10 linee guida utilizzate e perfezionate negli anni a partire dal terremoto proprio in Emilia nel 2012 e poi applicate in situazioni emergenziali sia in Italia che in ambito internazionale,  si basano sulle più recenti scoperte neuroscientifiche e vogliono essere un aiuto per sensibilizzare e guidare gli adulti su come comunicare e comportarsi in modo efficace per sostenere i bambini dopo un evento destabilizzante come quello di una catastrofe naturale, ridando loro sicurezza e fiducia nel futuro.  

Desideriamo ricordare con forza che anche in un momento di difficoltà è possibile offrire ai bambini una guida sicura e l’affetto di cui hanno bisogno: la complessità ci fa scoprire la nostra forza e il nostro potere di trasformare il dolore in coraggio e determinazione.

Questa guida non sostituisce l’aiuto di uno psicologo o di un terapeuta ma supporta genitori, insegnanti e educatori rendendoli più sensibili e attivi sui temi del benessere mentale e della prevenzione, promuovendo risorse positive sia nei singoli che nella comunità colpita.  

I Comuni di Cesena, Bertinoro e l’azienda Etic s.r.l. si sono fatti promotori assieme a volontari e sostenitori della Fondazione sul territorio, di questa importante opera di divulgazione del vademecum, ideato dal team di ricerca di Fondazione Patrizio Paoletti.

Il progetto è appena partito e si invitano altre Associazioni, Scuole, Istituzioni a partecipare alla divulgazione dello strumento affinché possa raggiungere il maggior numero di persone possibili. Questo è un primo passo di intervento: attraverso una sinergia sul territorio tra enti e istituzioni faremo in modo di continuare ad accompagnare le famiglie e gli insegnanti attraverso strumenti ad hoc per fronteggiare l’emergenza e trasformare il dolore e lo smarrimento in forza e determinazione.”

Sii parte del cambiamento. Condividere responsabilmente contenuti è un gesto che significa sostenibilità

Potrebbe interessarti

    Iscriviti alla newsletter

    NEWSLETTER GEN

    Modulo per l'iscrizione alla newsletter FPP

    Nome(Obbligatorio)
    Email(Obbligatorio)
    Privacy Policy(Obbligatorio)
    Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.