OneSpot Educational
in Nepal

Beneficiari

In collaborazione con

50


Bambini figli di donne vittime di violenza
di genere

150 beneficiari indiretti


Donne vitime di violena di genere

Il progetto fa parte del programma internazionale Scuole nel Mondo che promuove interventi educativi ed una formazione pedagogica all’avanguardia al fine di contribuire al benessere fisico, psichico ed emotivo dei beneficiari del progetto.

Area d’intervento

Nazione: Nepal 
Regione: Katmandu
Distretto: Katmandu

Durata

Progetto attuale: febbraio 2022 – dicembre 2024

Partner

New Life for Children
APEIRON – Una Mano Per Il Nepal

Presenti nel paese da

Aprile 2016

Contesto

Gli effetti della violenza di genere (GBV) sulle donne vanno oltre le immediate ferite fisiche che subiscono per mano di chi le maltratta. Molte donne abusate hanno difficoltà a svolgere la loro vita quotidiana a causa degli effetti nefasti della violenza di genere. È un problema diffuso in Nepal, dove vari fattori culturali, economici e religiosi rafforzano il dominio maschile e la sottomissione femminile. Le donne sono in ritardo in termini di accesso ai mezzi e alle risorse. La violenza ha diversi effetti sul benessere fisico e mentale delle vittime. A lungo termine, i sopravvissuti alla GBV sono ad alto rischio di subire conseguenze sulla salute, tra cui impatti sulla salute mentale come ansia, depressione, autolesionismo, comportamenti suicidi, disturbi del sonno, disturbo da stress post-traumatico, abuso di alcol e molto altro, che causano traumi di lunga durata sia ai sopravvissuti che alle loro famiglie. Il progetto offre un percorso di reinserimento nella comunità rivolto a donne sopravvissute alla violenza di genere e ai loro bambini . Il ciclo di riabilitazione psico-sociale segue fasi specifiche dopo la denuncia alle autorità. 1) presa in carico finalizzata all’empowerment personale; 2) reinserimento sociale, fondamentale per ridurre il tasso di recidiva in situazioni violente. Il nostro progetto agisce per la presa in carico e l’accompagnamento delle donne al fine di raggiungere autonomia e libertà di scelta sul piano economico e personale. Le donne prese in carico hanno subito violenze dai coniugi e dai suoceri, hanno subito aborti a seguito di maltrattamenti familiari, altre hanno tentato il suicidio insieme ai loro figli, altre ancora sono addirittura minori.

Obiettivi

  1. Garantire ai bambini sopravvissuti alla GBV che sono stati ospitati in una casa rifugio un’esperienza di apprendimento continuo attraverso l’istruzione formale (scolastica) dopo aver lasciato la casa rifugio;
  2. Garantire ai bambini e alle donne sopravvissute alla GBV e alle familiari che sono state ospitate nella casa sicura di Apeiron un’assistenza medica di base;
  3. Sviluppare le capacità reddituali delle donne per renderle indipendenti.

Risultati Attesi

1
50 bambini hanno ricevuto un sostegno educativo e continuano la loro istruzione formale.
2
Almeno 45 bambini e famiglie hanno ricevuto un sostegno sanitario.
3
5 sopravvissute alla GBV avranno sviluppato capacità di generare reddito per essere indipendenti. Tra queste, almeno 4 donne hanno utilizzato abilità di generazione di reddito per ottenere un reddito mensile parziale o totale.
4

5 sopravvissute alla GBV hanno ricevuto un sussidio e almeno 4 donne hanno ricevuto un sostegno alla microimpresa e stanno creando una fonte di reddito sostenibile.

Gallery

Dona ora

Fai una donazione continuativa
o scegli di dare un contributo

Iscriviti alla newsletter

NEWSLETTER GEN

Modulo per l'iscrizione alla newsletter FPP

Nome(Obbligatorio)
Email(Obbligatorio)
Privacy Policy(Obbligatorio)
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.