fbpx

Israele

In collaborazione con

Il conflitto israelo-palestinese, ancora drammaticamente in corso e senza una chiara prospettiva di risoluzione, pone la regione in una situazione di instabilità e insicurezza. Le circostanze determinano un senso di isolamento della popolazione dal restante Medio Oriente, e acuiscono il malessere degli strati più deboli della società.

In alcuni comuni di Israele, le tensioni sociali proprie del territorio sono esacerbate da sacche di povertà strutturale che coinvolgono migliaia di giovani a rischio devianza ed esclusione sociale.

Il progetto "I ragazzi della Luce" è un laboratorio per la pace che accoglie giovani di entrambe le culture (araba e ebraica), che si trovano in condizioni di grave povertà economica e culturale. Attraverso il laboratorio – che consiste nella produzione di candele artigianali - e la convivenza, questi ragazzi riescono a maturare un vero spirito collaborativo e al contempo intraprendono un percorso professionalizzante che fornisce loro una remunerazione economica.

Storia del progetto

New Life for Children ha avviato il progetto "I ragazzi della Luce" nel 2008.

A 10 anni dall'avvio di questo progetto, le attività del laboratorio si sono allargate a centinaia di altri beneficiari attraverso workshops nelle scuole del territorio israeliano, volti a promuovere i valori della tolleranza, della pace e della cooperazione tra studenti.

Obiettivi

  • Fornire ai beneficiari le necessarie abilità tecniche per diventare "mastri cerai", supportandoli nel superamento delle difficoltà personali nel relazionarsi con la società.
  • Educare i beneficiari ad esprimere in maniera corretta le proprie emozioni ed a relazionarsi con i membri della società appartenenti a gruppi culturali diversi da quello di appartenenza.
  • Aumentare le opportunità lavorative dei beneficiari accrescendone le competenze professionali.
  • Accompagnare i beneficiari in un corretto inserimento nel mondo del lavoro.
  • Reintegrare nella società i ragazzi che hanno sviluppato dipendenze di diverso tipo.

Risultati

  • Ogni giovane a rischio viene formato per diventare un "mastro ceraio", e nel mentre supportato nello sviluppo della sua capacità di integrarsi nel contesto sociale.

  • Ogni giovane a rischio è entrato in possesso delle competenze lavorative di base ed è stato inserito o è in procinto di essere inserito nel mondo del lavoro.

  • Ogni giovane a rischio viene reintegrato nella propria comunità con successo e contribuisce attivamente al miglioramento di essa.

  • Le competenze pedagogiche degli educatori vengono rafforzate.

Dona ora

Fai una donazione continuativa
o scegli di dare un contributo

Leggi anche

Iscriviti alla Newsletter