E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Pergamene per battesimi e matrimoni

    Pergamene per battesimi e matrimoni
    Prezzo: 3,50 €

    Per attribuire un valore ancora più profondo ai momenti più veri e importanti della......

    approfondisci
  • Alla scoperta delle emozioni

    Alla scoperta delle emozioni
    Prezzo: 12,00 €

    Collana: La Pedagogia di Infinito Edizioni Titolo: Alla Scoperta delle Emozioni, gli Occhi di un......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / Amazzonia: la "marea nera" che sta mettendo a...

News

Bookmark and Share
Amazzonia: la "marea nera" che sta mettendo a rischio migliaia di persone e le nostre comunità
Amazzonia: la "marea nera"  che sta mettendo a rischio migliaia di persone e le nostre comunità

Una grossa fuoriuscita di petrolio (circa 3000-3500 barili) sta contaminando il fiume Marañon, uno dei principali affluenti del Rio delle Amazzoni, e sta mettendo a rischio la vita di migliaia di persone delle comunità del Perù amazzonico, territorio in cui sono attivi due progetti socio-educativi della Fondazione Paoletti.

Finora si contano due perdite da un oleodotto della compagnia petrolifera di stato “Petroperu”, danneggiato da una frana: la prima avvenuta il 25 gennaio nella provincia di Bagua Amazonas, a pochi km da un torrente che alimenta il fiume Marañon. La seconda fuoriuscita dalla stessa conduttura è avvenuta il 3 febbraio nella provincia di Datem del Marañon, nel vicino stato di Loreto.

Le violente piogge, rafforzate dal fenomeno climatico denominato El Niño, hanno reso vani molti tentativi di contenere il disastro ambientale, che si sta estendendo in modo preoccupante. Pesci, vegetazione e fiumi sono coperti da chiazze nere e la fuoriuscita sembra aver raggiunto anche gli affluenti del Marañon.

Al momento sono state colpite circa 20 comunità ed è a rischio la salute di oltre 3.500 persone. Si sono già presentati i primi casi di dermatite, vertigini, dissenteria a causa del contatto diretto con il petrolio. Sono arrivate anche le prime denunce per l’impiego di bambini che vivono in queste comunità per la pulizia delle zone contaminate. Il tutto è aggravato dal fatto che quella colpita è una delle regioni più povere del paese, dove i livelli di indigenza, in alcune comunità, raggiungono anche il 100% della popolazione.

Il punto 0 del disastro dista circa 550-600 km dalle comunità in cui la Fondazione Paoletti ha attivato il programma “Scuole nel Mondo”, Hipolito Unanue e Payorote. Al momento questi luoghi non sono state raggiunti dal disastro ambientale. Il nostro coordinatore locale, Gabriel Chahuayo Vera ci informa che “lo staff di progetto sta monitorando costantemente entrambe le comunità e ha già adottato idonee misure di prevenzione sanitaria e ambientale per evitare che i bambini e gli abitanti vengano in contatto diretto o indiretto con alimenti e territori contaminati dal petrolio”.

Scopri di più sui nostri progetti in Amazzonia