E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Tazza Giracuori

    Tazza Giracuori
    Prezzo: 10,00 €

    Vivi Appassionatamente, dillo da tutti! E se è vero che il buongiorno si vede dal mattino......

    approfondisci
  • T-Shirt Vivi Appassionatamente Donna (PRODOTTO ESAURITO)

    T-Shirt Vivi Appassionatamente Donna (PRODOTTO ESAURITO)
    Prezzo: 20,00 €

    PRODOTTO TEMPORANEAMENTE ESAURITO Vivi Appassionatamente, dillo a tutti! Acquistando la......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / I 4 pilastri dell'educazione: imparare a conoscere, a fare,...

News

Bookmark and Share
I 4 pilastri dell'educazione: imparare a conoscere, a fare, a vivere insieme e ad essere. #educationcan #unesco
I 4 pilastri dell'educazione: imparare a conoscere, a fare, a vivere insieme e ad essere. #educationcan #unesco

I contesti sociali ed economici degli ultimi anni, che stanno vedendo aumentare le povertà e i conflitti, acuirsi le diseguaglianze sociali, le emergenze alimentari, sanitarie e ambientali, hanno evidenziato l’insostenibilità dei modelli di sviluppo del passato.
 
È il momento di investire sul capitale umano, sull’educazione di bambini e adulti per innescare il processo di miglioramento personale e collettivo di cui abbiamo bisogno.
 
L’educazione, infatti, è lo strumento capace di avviare un cambiamento che permetta di passare da un mondo fondato sulla quantità, ad un mondo che assuma come valore la qualità: della vita, delle relazioni tra gli uomini, dei rapporti tra l’uomo e il pianeta.
 
Ma quale tipo di “educazione” può farci compiere questo passo così importante? Certamente un’educazione intesa come un processo che inizia con la nostra vita e che per tutta la nostra vita ci permetta di sviluppare tutte quelle abilità cognitive, emotive e relazionali capaci di darci una visione più ampia di noi stessi e di ciò che ci circonda.

Secondo l’Unesco, la condizione imprescindibile per compiere un cambiamento concreto è che le nuove generazioni imparino, e che ognuno di noi impari, a “conoscere, a fare, a vivere insieme e ad essere”. Sono queste le competenze della persona, che l’Agenzia specializzata delle Nazioni Unite che promuove l’educazione come strumento di pace e coesistenza, ha indicato come i 4 pilastri di uno sviluppo sostenibile.

Imparare a conoscere significa imparare a guardare il mondo con una visione più ampia, imparare ad imparare sempre e da ogni cosa, intrecciando le conoscenze e superando il sapere enciclopedico. Come ha affermato il sindaco di Assisi, Claudio Ricci, in occasione dell’inaugurazione dell’ 11° edizione della Carovana del Cuore, “il nostro tempo è certamente quello dell’internet delle cose”. Soltanto acquisendo la capacità di osservare il mondo e di mettere in rete conoscenze, persone, informazioni e valori, l’umanità saprà trovare nuove strategie e nuove soluzioni alle richieste sempre più pressanti della modernità.
 
Imparare a fare significa acquisire competenze che permettano a ciascun individuo di dare il proprio contributo in qualsiasi situazione affinchè queste soluzioni vengano efficacemente messe in pratica, mettendosi a disposizione della collettività e cooperando per il bene comune.
 
Imparare a vivere insieme significa sviluppare una comprensione degli altri in uno spirito di rispetto delle differenze, dei valori, del pluralismo, della reciproca comprensione e della pace. In società multiculturali sempre più complesse, le competenze più importanti che possiamo maturare sono quelle che fanno delle nostre differenze culturali un inestimabile valore aggiunto.
 
Imparare ad essere significa sviluppare consapevolezza di sé, del proprio ruolo e della propria responsabilità per realizzarsi e vivere pienamente la propria vita. Perché conoscere le proprie infinite risorse e investire nella loro ricchezza è il primo passo per fecondare ciò che ci circonda.  
 
La Fondazione Paoletti, attiva da 15 anni nel campo della ricerca per l'educazione, sviluppa i suoi progetti condividendo e applicando sul campo le principali linee guida indicate dall'Unesco come pilastri di uno sviluppo sostenibile.

Guarda il video istituzionale e scopri i nostri progetti di ricerca, per la formazione di insegnanti ed educatori, le nostre scuole ed i progetti di alfabetizzazione e sociali.

#educationcan!