E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Tazza: "Credo fermamente nella..." (PRODOTTO ESAURITO)

    Tazza: "Credo fermamente nella..." (PRODOTTO ESAURITO)
    Prezzo: 5,00 €

    (PRODOTTO MOMENTANEAMENTE ESAURITO) Tazza da collezione 21Minuti - I saperi dell'eccellenza......

    approfondisci
  • Quaderno Giracuori Arancione (PRODOTTO ESAURITO)

    Quaderno Giracuori Arancione (PRODOTTO ESAURITO)
    Prezzo: 5,00 €

    (PRODOTTO MOMENTANEAMENTE ESAURITO) Paghi uno, regali due! E' arrivata una bellissima......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / Auguri Jhon, secondo laureato del programma Scuole nel...

News

Bookmark and Share
Auguri Jhon, secondo laureato del programma Scuole nel Mondo!
Auguri Jhon, secondo laureato del programma Scuole nel Mondo!

Il 2014 si chiude con una bellissima notizia che ci arriva dal nostro progetto in Perù. Grazie al tuo sostegno si è laureato il secondo ragazzo del programma Scuole nel Mondo!

Dopo Isaias, laureatosi ad agosto in informatica, anche Jhon Montalvan, da bambino in difficoltà, diventa oggi protagonista del cambiamento.

Sette anni fa ad Hipolito Unanue, la sua comunità, non c’era scuola, né assistenza medica. La povertà più estrema negava a lui e agli altri bambini ogni opportunità. In questo piccolo centro abitato infatti, fino al 2008 si viveva esclusivamente di agricoltura di sussistenza e di pesca.

Il piccolo centro abitato è molto isolato: è collegato ai centri abitati vicini soltanto attraverso alcuni sentieri tra i campi, l’ospedale più vicino è a due ore di barca, l’università più vicina è a due ore di barca più tre di auto. I suoi abitanti vivono in capanne prive di elettricità, dormono spesso su letti di legno senza materassi, hanno un livello di istruzione che non raggiunge nemmeno la licenza elementare. Quando abbiamo avviato il nostro "Progetto per il miglioramento delle condizioni di vita ed educabilità di bambini e bambine nella comunità di Hipolito Unanue", nel 2008, la mortalità infantile sotto i 5 anni di età era del 40%, l’incidenza di malattie come la parassitosi nei bambini tra 1 e i 4 anni era del 30% e le prospettive per un bambino erano quelle di lavorare nei campi non appena avesse potuto tenere in mano una zappa.

Jhon Montalvan è partito quindi da questa condizione di estrema povertà per realizzare il suo sogno: diventare un infermiere. La vita di Jhon e della sua famiglia è cambiata nel momento in cui, grazie al nostro aiuto, ha potuto finalmente frequentare la scuola con continuità, ricevendo anche l’indispensabile assistenza alimentare e medica. Oggi infatti, grazie al nostro programma di assistenza sanitaria, nella comunità è presente un presidio medico-infermieristico.

Nel 2011, mentre frequentava l'ultimo anno di scuola, Jhon aveva il desiderio di continuare a studiare per specializzarsi in inferieristica tecnica, ma difficilmente avrebbe potuto farlo con il solo aiuto della sua famiglia, che viveva in condizioni di estrema povertà e non avrebbe potuto il costo dei suoi studi. Nel 2012, quando la Fondazione Paoletti ha promosso le borse di studio professionalizzanti per i giovani di Hipolto Unanue, l’occasione è arrivata.

Jhon ha vinto una borsa per studiare infermieristica tecnica presso l’ “Istituto Superior Tegnologico Privado Reyna de las americas” nella città di Iquitos, ha studiato intensamente e oggi è riuscito a raggiungere la laurea. Così Jhon sta realizzando finalmente il suo più grande sogno, cioè quello di tornare ad Hipolito Unanue per aiutare il medico e gli operatori del programma Scuole nel Mondo ad assistere i bambini e le loro famiglie.

“La povertà – ci ha detto Jhon - non dovrebbe mai impedire a un bambino di andare a scuola, di crescere in salute e realizzare i suoi sogni”.

Grazie al tuo sostegno, in Perù come in Congo, in India come ad Haiti, stiamo lavorando ogni giorno perchè sia davvero così... e i risultati continuano ad arrivare!


Dona per questo progetto   |   Come avviare un sostegno continuativo   |   Scuole nel Mondo