E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Tazza Vivi Appassionatamente

    Tazza Vivi Appassionatamente
    Prezzo: 10,00 €

    Vivi Appassionatamente, dillo da tutti! E se è vero che il buongiorno si vede dal mattino......

    approfondisci
  • T-shirt tecnica Run for Children

    T-shirt tecnica Run for Children
    Prezzo: 35,00 €

    Fondazione Patrizio Paoletti, Associazione Paoletti Onlus e Ora.ch ti propongono un acquisto......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / "L’educazione è l’unica via per la...

News

Bookmark and Share
"L’educazione è l’unica via per la pace" Il Dalai Lama al World Summit of Nobel Peace Laureates di Roma
"L’educazione è l’unica via per la pace" Il Dalai Lama al World Summit of Nobel Peace Laureates  di Roma

L’unica via per la costruzione di un mondo di pace è l'educazione, perché è l’unico strumento in grado di restituire all'uomo quei valori fondanti della sua natura che sono la compassione e l’attitudine al bene degli altri”.

Questa la posizione espressa da Sua Santità il Dalai Lama, ospite insieme ad altri 10 Premi Nobel per la Pace, al 14° World Summit of Nobel Peace Laureates, in corso a Roma fino a domenica prossima.

La Fondazione Paoletti, invitata nella persona del presidente Patrizio Paoletti, ha partecipato questa mattina all'inizio dei lavori del World Summit, seguendo con profonda attenzione le parole pronunciate dal Dalai Lama sul tema della pace.

Ospiti della mattinata i Premi Nobel per la Pace Mairead Corrigan Maguire, che ha partecipato anche all'edizione 2014 della conference 21min, Tawakkol Karman (leader del movimento "Giornaliste senza catene"), Leymah Gbowee (organizzatrice di un movimento pacifista che condusse alla fine della guerra civile in Liberia nel 2003), Josè Ramos-Horta (insignito del Nobel per l'impegno pacifico a favore dell'indipendenza di Timor Est), Morten Hovda (International Labour Organization), Lord David Trimble (Ex leader dell'Ulster Unionist Party e primo primo ministro dell'Irlanda del Nord), Jody Williams (fondatrice della Campagna Internazionale per il Bando delle Mine Antiuomo) , Patricia de Lille (sindaco di Citta del Capo), Colm O'Cuanachan (Amnesty International).

“La nostra capacità di costruire la pace – ha affermato il Dalai Lama – è strettamente legata alle nostre emozioni. Il discrimine tra violenza e non violenza è nella nostra mente, è da lì che nasce tutto.”

“Oggi dovremmo investire di più sulla ricerca, penso a discipline come le neuroscienze e la psicologia, che ci danno l’opportunità di approfondire il funzionamento del nostro cervello e delle nostre emozioni” per poter comprendere come, tramite un’istruzione di tipo laico, ripulire la nostra morale e le nostre emozioni da tutto ciò che è negativo.

La ricerca ha già dimostrato che emozioni come la paura e la sfiducia fanno male al nostro corpo, indebolendoci come individui e come insieme. Il Dalai Lama ha sottolineato che “l’individualismo è contro la natura umana”.

Al contrario, emozioni positive come l’empatia, la compassione e l’attitudine ad aiutare gli altri ci fanno bene. Insegnarle ai nostri bambini, sin dai primi anni d’età e continuare a coltivarle da adulti attraverso un percorso di educazione permanente, è l’unica via per costruire un mondo migliore.

Il Dalai Lama ha affermato che, in campo pedagogico, oggi non si rivolge abbastanza attenzione ai valori interiori che ognuno di noi invece dovrebbe coltivare; da qui la carenza di valori morali solidi. La diretta conseguenza è un individualismo imperante che non ci permette di guardare alle nostre differenze e al bene degli altri come ad una ricchezza.

“Educare alla compassione”, è questo il centro del discorso del Dalai Lama di questa mattina. Una pedagogia che aiuterà i nostri figli e i “7 miliardi di persone che oggi abitano questo pianeta a convivere pacificamente”.