E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • T-Shirt Vivi Appassionatamente Uomo

    T-Shirt Vivi Appassionatamente Uomo
    Prezzo: 20,00 €

    Vivi Appassionatamente, dillo a tutti! Con l’acquisto di questa maglietta darai un sostegno......

    approfondisci
  • T-Shirt Vivi Appassionatamente uomo

    T-Shirt Vivi Appassionatamente uomo
    Prezzo: 20,00 €

    Vivi Appassionatamente, dillo a tutti! Acquistando la maglietta della fondazione Paoletti non solo......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / Good news: più veloci della povertà anche...

News

Bookmark and Share
Good news: più veloci della povertà anche alla Amsterdam Marathon!

Il progetto Run for Children taglia il traguardo di una delle manifestazioni sportive più belle del mondo: la Amsterdam Marathon. Dopo Istanbul e Berlino, i nostri social runners hanno partecipato alla maratona olandese per continuare a garantire scuola, cibo, salute ai 580 bambini delle nostre scuole in Congo. Ecco le bellissime testimonianze di Fausto e Leila, fratelli uniti anche dalla passione per lo sport e per l'aiuto:

"Per festeggiare i primi 42 anni di vita, io e la mia cara gemellina Leila partiamo sabato mattina per Amsterdam accompagnati dal nostro special coach: nostra mamma! Il giorno della gara (domenica 2o ottobre) arriva subito.

Il cielo è coperto, l’aria fresca: il tempo ideale per correre! C’è tantissima gente, in totale sono arrivate circa 40.000 persone da tutto il mondo per partecipare ad una tra le più belle manifestazioni al mondo; chi la 8 km, chi la mezza maratona e chi la maratona con i suoi classici 42.195 m (distanza olimpica adottata per la prima volta a Londra nel 1908 e poi divenuta ufficiale ai Giochi di Parigi nel 1924).

La mia partenza è alle 09:30 nello stadio olimpico, mentre Leila partirà alle 13:30 per la mezza maratona. C’era anche Gabriele come terzo Runner, ma purtroppo non siamo riusciti ad incontrarci. Pochi minuti prima della partenza, chiudo gli occhi e ripenso allo scopo principale del mio essere lì. Faccio scorrere i volti dei bambini congolesi che potranno andare a scuola grazie a Run For Children, penso a tutte le belle persone che ho incontrato nella mia vita e che hanno caratterizzato il mio percorso. Una profonda emozione mi pervade, un senso di gratitudine e di gioia sale dal profondo del cuore ed emana da me, dapprima sotto forma di una piacevole “pelle d’oca” e senso di pienezza, poi come una luce che riempie lo stadio. Riapro gli occhi perché hanno dato il via, faccio partire il cardio e parto anch’io…

Una massa enorme di persone che si muove nella stessa direzione, con modalità e ritmi diversi, ma tutti con lo stesso obiettivo: arrivare al traguardo! La trovo una bellissima metafora di una vita ideale, caratterizzata da impegno, passione, allenamento, sfide, obiettivi, diversità, panorami, sostegno reciproco, sana competizione, tolleranza, consapevolezze. Durante la corsa è stato simpatico battere il cinque ai molti bambini che ai lati del percorso protendevano le loro manine! Le band musicali aiutavano a tenere il ritmo e fino al 37° km tutto è andato secondo programma, poi mi sono dovuto occupare dei crampi e gli ultimi 5 km sono stati piuttosto impegnativi. Attraversare la linea del traguardo in 3:06:23 è stata comunque una grande soddisfazione!"

Poi, alle 13:30, parte Leila per la mezza maratona:

“Ho varcato la linea di partenza con il pensiero rivolto a tutti coloro che mi hanno sostenuta moralmente e finanziariamente per la raccolta fondi destinati al progetto Run4Children della Fondazione Paoletti.

Questo mi ha aiutato molto a proseguire, km per km, ad un ritmo costante. Zigzagando tra gli altri partecipanti, ho trascorso ognuno dei 21 km di gara pensando alle persone che si sono riservate un km di gara a loro scelta, sapendo che qualcuno mi seguiva da casa in diretta tramite l’App, rivivendo i bei momenti trascorsi con i miei “leprotti” durante la preparazione, contraccambiando i saluti e incitamenti degli spettatori e proiettandomi all’arrivo mentalmente, sapendo che c’era mia mamma e il mio caro gemellino Fausto ad attendermi a braccia aperte.

Non vi dico la gioia che ho provato quando sono entrata nello stadio e mi sono accorta che stavo facendo il mio record personale sulla mezza maratona: 1:28:07!! Un’adrenalina unica ha percorso tutto il mio corpo e ho ancora davanti ai miei occhi gli ultimi metri della gara, con una gioia immensa nel cuore.

Care e cari Runners di tutto il mondo, unitevi a noi in questo meraviglioso progetto: andate sul sito run4children.it, scoprite come funziona, procuratevi la maglietta ufficiale e ci vediamo ad una delle prossime gare in programma!"