E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • T-Shirt Giracuori fucsia per bambino

    T-Shirt Giracuori fucsia per bambino
    Prezzo: 15,00 €

    Sono coloratissime, allegre e le abbiamo realizzate con tutta la nostra passione e il nostro amore......

    approfondisci
  • Tazza: "Avere un obiettivo, tracciare la rotta..." (PRODOTTO ESAURITO)

    Tazza: "Avere un obiettivo, tracciare la rotta..." (PRODOTTO ESAURITO)
    Prezzo: 8,00 €

    (PRODOTTO MOMENTANEAMENTE ESAURITO) Tazza da collezione 21Minuti - I saperi dell'eccellenza......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / Aspettando 21 minuti, i saperi dell'eccellenza - 16 e 17...

News

Bookmark and Share
Aspettando 21 minuti, i saperi dell'eccellenza - 16 e 17 novembre a Perugia
Aspettando 21 minuti, i saperi dell'eccellenza - 16 e 17 novembre a Perugia

Conto alla rovescia per l’appuntamento annuale con “21minuti, i saperi dell'eccellenza”, conference dedicata a 21 storie di eccellenza raccontate in due giorni da 21 speakers internazionali. 21 minuti a testa per condividere saperi, idee, esperienze attraverso presentazioni, keynotes e performance live.

Sarà il Teatro Pavone di Perugia, venerdì 16 e sabato 17 novembre 2012, ad ospitare la quarta edizione dell’evento che, come ogni anno, si potrà seguire anche in streaming live. Insieme a Patrizio Paoletti, ideatore, ispiratore e chairman di 21 minuti, sul palcoscenico ci saranno personaggi del calibro di Betty Williams, Premio Nobel per la Pace, Fabio Salviato, fondatore Banca Etica, Hans D’Orville, pianificazione strategica UNESCO, Michele Boldrin, economista, Margriet Sitskoorn, neuropsicologa, e Niccolò Fabi, cantautore.

21minuti nasce dalla convinzione che le risposte più efficaci alle sfide del nostro tempo, quelle che hanno il potere di migliorare la nostra vita, derivino dall’incontro di saperi diversi che, completandosi e compenetrandosi, danno origine ad una rinnovata e più ampia capacità di risposta.

E c’è davvero un forte bisogno di risposta in una congiuntura economica che vede il debito pubblico italiano, la notizia è di oggi, salire a quota 1.995 miliardi (fonte: supplemento al bollettino statistico di Bankitalia), registrando un nuovo record storico per il nostro paese. E mentre la salute del sistema Italia vacilla pericolosamente, la recessione economica diventa sempre più crisi sociale.

Lo abbiamo visto ieri a Napoli negli scontri durante la manifestazione di 3000 studenti e disoccupati, lo leggiamo nei dati che registrano crescita della povertà (8,1 milioni di persone sono in povertà relativa oggi) e aumento degli stati depressivi (in Grecia è stato registrato che i giovani colpiti da depressione sono quadruplicati negli ultimi 3 anni). Attualmente in Italia ci sono 2,8 milioni di disoccupati (la cifra più alta dal 1992), il tasso di disoccupazione giovanile è salito al 35,1% e il 10% della popolazione tra i 15 e i 24 anni è in cerca di lavoro.

Riacquistare fiducia, puntare su nuove idee, ripensare strategie che restituiscano vitalità e speranza al sistema economico dell’Italia sono diventate urgenze improrogabili. 21 minuti 2012 vuole raccogliere questa sfida, puntando i suoi riflettori sul tema dell’economia.

I gesti che l’uomo realizza nel corso della sua vita possono generare vantaggio per gli altri nello spazio e nel tempo, un vantaggio che è economico solo se è comune, etico e sostenibile, se garantisce il corretto utilizzo delle risorse pubbliche e private. D’altra parte il vantaggio comune è sempre derivato da generazioni di saperi e pensieri etici e sostenibili, di cui si fanno portavoce oggi gli speakers di 21minuti 2012. C’è chi porta vantaggio per il suo territorio, come l’imprenditrice etiope Bethlehem Tilahun Alemu, che ha generato un’idea economica utile al suo paese e all’ambiente attivando un’impresa equa e solidale. Di economia etica si fa portavoce anche Fabio Salviato, già fondatore e socio di Banca Etica e attualmente presidente di Febea (Federazione Europea delle Banche Etiche e Alternative). Ma il vantaggio per la società può essere raggiunto anche attraverso l’impegno per la pace di Betty Williams, Premio Nobel nel 1976 per il suo contributo alla soluzione pacifica della questione dell’Irlanda del Nord. C’è poi chi , come Vito Lomele, ha portato vantaggio al mondo del lavoro in ben quaranta nazioni sfruttando la potenza del web.

A 21 minuti l’economia diventa economia della conoscenza: saperi economici, ma anche filosofia, arte e scienza convergono verso possibili visioni del futuro, attingono dalla creatività dell’uomo per trovare risposte concrete alle sfide di un mondo in continuo mutamento.

Vi aspettiamo!

21 minuti   |   Segui in streaming   |  Segui la diretta Facebook   |   Segui la diretta Twitter