E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Tazza: "Non siamo immutabili..." (PRODOTTO ESAURITO)

    Tazza: "Non siamo immutabili..." (PRODOTTO ESAURITO)
    Prezzo: 8,00 €

    (PRODOTTO MOMENTANEAMENTE ESAURITO) Tazza da collezione 21Minuti - I saperi dell'eccellenza A......

    approfondisci
  • Block Notes Rosso Grande (PRODOTTO ESAURITO)

    Block Notes Rosso Grande (PRODOTTO ESAURITO)
    Prezzo: 10,50 €

    (PRODOTTO MOMENTANEAMENTE ESAURITO) Rosso o nero, grande o piccolo, è lo spazio libero......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / Disoccupazione al 10,8%, 72% delle famiglie in crisi. A 21...

News

Bookmark and Share
Disoccupazione al 10,8%, 72% delle famiglie in crisi. A 21 minuti 2012 nuovi modelli per la nostra economia
Disoccupazione al 10,8%, 72% delle famiglie in crisi. A 21 minuti 2012 nuovi modelli per la nostra economia

Il tasso di disoccupazione in Italia è salito al 10,8%, la percentuale più alta dal 2004. E mentre le imprese vengono soffocate dal fisco, comprese addirittura quelle emiliane duramente colpite dal terremoto, la percentuale di famiglie che riescono a risparmiare non è mai stata così bassa nell’ultimo decennio: solo il 28% dei nuclei (il 35% l'anno scorso) riesce ad accumulare qualcosa, mentre ormai prevalgono, con il 40%, le famiglie che spendono tutti i loro guadagni.

In questo quadro, l’Italia ha bisogno di cambiamento, una fame di idee e di innovazione che non può più aspettare. L’economia guida la qualità della nostra vita, dell’ambiente in cui viviamo, delle relazioni umane, del benessere, dell’educazione e del futuro dei nostri bambini. Per questo motivo, l’edizione 2012 di “21 minuti – I saperi dell’eccellenza” è interamente dedicata al tema dell’economia e dello sviluppo di progetti sostenibili, punto di partenza di ogni possibile cambiamento e di ogni possibile inversione di rotta. Patrizio Paoletti e 20 prestigiosi nomi dell’economia, ma anche del panorama scientifico, filosofico e artistico, ci danno appuntamento a Perugia per la quarta edizione della conference internazionale.

“C’è una crisi grave, che non è solo finanziaria, ma anche culturale, sociale e ambientale. Sottolineare che ci sono buone pratiche e vie d’uscita alternative è importante. Perché oggi sembra che ci sia una sola ricetta possibile nell’affrontare i problemi. Non è così”.

Le parole di Fabio Salviato, presidente di FEBEA (Federazione Europea delle Banche Etiche e Alternative) e prossimo ospite sul palco di 21 minuti, sintetizzano bene la ricchezza intellettuale di cui è dotato il nostro paese. Salviato è stato il primo presidente della Banca Popolare Etica, una banca nata dal basso su iniziativa di movimenti pacifisti e ambientalisti, botteghe di commercio equo e solidale e migliaia di persone. Una banca che coniuga il progetto di sostenibilità economico-finanziaria con quello di sostenibilità socio-ambientale, applicando parametri quali: partecipazione democratica, trasparenza, pari opportunità, volontariato, solidarietà. Da qui ha preso forma il concetto di “finanza etica” sostenuto da Salviato: una finanza che sia attenta affinché il denaro sia per l’uomo e non viceversa.

Un nuovo pensiero economico si realizza quando l’interesse comune è collegato alla rete diffusa. Salviato, in questa direzione, ha elaborato il concetto di “moltiplicatore sociale di reti sociali”, per mettere insieme i cittadini socialmente responsabili attraverso reti solidali che operano nella società civile.

Idee e iniziative come quella di Salviato incarnano quello spirito innovativo tutto orientato al futuro di cui l’Italia oggi si vuole nutrire. E’ importante che da questi esempi si traggano nuovi modelli di sviluppo, che finalmente mettano al centro l’uomo con i suoi diritti, la famiglia con le sue necessità, le nuove generazioni come unica scommessa possibile sul futuro.

Accanto a Salviato, accompagnati dalle brillanti intuizioni di Patrizio Paoletti, a 21 minuti 2012 parleranno autorevoli economisti come Hans D’Orville, Vice Direttore Generale per la Pianificazione Strategica dell’Unesco, e Bethlehem Tilahun Alemu, nominata nel 2011 “imprenditrice sociale dell’anno” dal World Economic Forum, che dialogheranno con la profondità filosofica di personalità come Ermanno Bencivenga, filosofo e scrittore, Francesco Avallone, prorettore vicario dell’Università La Sapienza di Roma, con scienziati del calibro di Miguel Nicolelis, Andrea Moro e Barbara Mazzolai, con la sensibilità artistica di Niccolò Fabi e Filippo La Mantia.

La condivisione delle esperienze è il punto di forza di “21 minuti”, trampolino di lancio delle idee più innovative del nostro tempo.

21 minuti: il progetto   |   21 minuti conference 2012