E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Tazza: "Paura e amore..." (PRODOTTO ESAURITO)

    Tazza: "Paura e amore..." (PRODOTTO ESAURITO)
    Prezzo: 12,00 €

    (PRODOTTO MOMENTANEAMENTE ESAURITO) Tazza da collezione 21Minuti - I saperi dell'eccellenza A......

    approfondisci
  • Tazze: "La scienza è..." (PRODOTTO ESAURITO)

    Tazze: "La scienza è..." (PRODOTTO ESAURITO)
    Prezzo: 5,00 €

    PRODOTTO MOMENTANEAMENTE ESAURITO Tazza da collezione 21Minuti - I saperi dell'eccellenza A......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / Malnutrizione: 18.000 bambini muoiono ogni giorno, 171...

News

Bookmark and Share
Malnutrizione: 18.000 bambini muoiono ogni giorno, 171 milioni sono a rischio
Malnutrizione: 18.000 bambini muoiono ogni giorno, 171 milioni sono a rischio

Più di un terzo delle morti infantili in tutto il mondo sono dovute alla malnutrizione, che rappresenta un fattore di rischio per 171 milioni di bambini. Ogni giorno muoiono di fame, o per cause ad essa correlate, circa 24.000 persone, tre quarti delle quali sono bambini al di sotto dei 5 anni d’età. Il 10% dei bambini che vivono nei paesi in via di sviluppo muoiono prima di compiere il quinto anno. La malnutrizione colpisce gravemente anche le madri: è imputabile ad essa il 25% dei decessi materni.

Il tema del diritto ad una corretta alimentazione sarà al centro del vertice G8, in programma a Camp David (Stati Uniti) per il 18 e 19 maggio, nell’ambito del quale si discuterà su come affrontare efficacemente il problema della malnutrizione. I dati, che pur disegnano un quadro drammatico, sembrano indicare che la situazione è fortemente migliorata negli ultimi decenni: 20 anni fa morivano per fame 16.000 persone in più ogni giorno e 50 anni fa la percentuale dei decessi infantili sotto i 5 anni era superiore del 18%.

Molto, però, è ancora da fare. E’ necessario intervenire sui territori, formare le persone e allestire processi virtuosi che rispondano a criteri di sostenibilità, che garantiscano un accesso indiscriminato alle risorse e che durino nel tempo.

Il diritto al cibo non deve essere un privilegio di chi ha la fortuna di vivere nel paese giusto, ma deve essere una garanzia di cui ogni essere umano deve godere nel momento in cui nasce, e ancor prima. Il dramma della malnutrizione, infatti, colpisce spesso con anticipo: le madri che non hanno potuto accedere ad una corretta alimentazione durante l'infanzia, danno luce a neonati sottopeso, non nutriti adeguatamente nel loro grembo durante la gestazione.

Soltanto nella Repubblica Democratica del Congo, dove dal 2008 Fondazione Patrizio Paoletti ha attivato un programma di scolarizzazione, assistenza sanitaria e alimentare, almeno 500 bambini muoiono ogni giorno nelle cinque province dell’Equateur Orientale, dell’Equateur Occidentale, del Katanga e del Maniema, che raccolgono il 50% della popolazione totale del Congo. In questo paese tormentato dalla guerra, solo il 20% dei bambini ha una dieta variata e oltre un milione di donne tra i 15 e i 49 anni sono malnutrite nelle stesse provincie. Secondo una ricerca condotta da World Food Programme (WFP) nel 2010, il tasso di malnutrizione acuta colpisce il 16% della popolazione nella provincia Orientale, il 15% nella provincia di Equateur, il 14% nella provincia di Katanga e l’11% nella provincia di Maniema.

Con il programma Scuole nel Mondo, Fondazione Paoletti e Associazione Paoletti Onlus garantiscono ogni giorno cibo e acqua pulita a 600 bambini della scuola “Groupe Scolaire Thiseleka”, nella capitale Kinshasa. E’ stato possibile farlo in 4 anni grazie al contributo di chi ha scelto di sostenere il progetto non per compiere un atto di carità, ma perché ha compreso che garantire scuola, cibo, salute e futuro a questi bambini è un atto di giustizia.

Unisciti a noi per far rispettare i diritti fondamentali di centinaia di bambini, in Congo come in Perù, in india e in Indonesia. Con una semplice donazione, o utilizzando lo strumento del 5xmille, potrai fare molto e restituire la vita a centinaia di bambini in tutto il mondo.

Sostieni i nostri progetti   |   Dona il 5xmille   |   Scuole nel Mondo   |   Paesi in via di sviluppo