E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Tazza: "Siamo sempre molto di più..." (PRODOTTO ESAURITO)

    Tazza: "Siamo sempre molto di più..." (PRODOTTO ESAURITO)
    Prezzo: 8,00 €

    (PRODOTTO MOMENTANEAMENTE ESAURITO) Tazza da collezione 21Minuti - I saperi dell'eccellenza (MINI......

    approfondisci
  • Tazza: "La felicità altrui è..."

    Tazza: "La felicità altrui è..."
    Prezzo: 8,00 €

    Tazza da collezione 21Minuti - I saperi dell'eccellenza (MINI MUG) A colazione lasciati ispirare......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / L’arte della negoziazione. Nuovi strumenti per la...

News

Bookmark and Share
L’arte della negoziazione. Nuovi strumenti per la cooperazione e lo sviluppo dei potenziali
L’arte della negoziazione. Nuovi strumenti per la cooperazione e lo sviluppo dei potenziali

ASSISI, 14-15 gennaio - Si è tenuto ad Assisi il terzo incontro del percorso didattico rivolto alla Classe d’Eccellenza della Fondazione Albero della Vita .

Selezionati professionisti (coordinatori, dirigenti e operatori)dell’Ente no profit, che opera per la protezione dell’infanzia, hanno indagato il delicato e fondamentale tema della negoziazione secondo i principi didattici del metodo “Pedagogia per il Terzo Millennio”, di Patrizio Paoletti.

Titolo della lezione, condotta dai docenti della Fondazione Paoletti Elena Perolfi e Sandro Anella, “L’arte della negoziazione”.

Quella del conflitto e della sua risoluzione è un tematica che permea oggi tantissimi ambiti della nostra società. Basti leggere le prima pagine di qualsiasi giornale, dalla crisi economica ai grandi dibattiti sul tema del lavoro, dalle grandi crisi dell’area mediorientale ai nuovi assetti dopo le rivolte nel nord Africa, per accorgersi come i gruppi sociali, spesso molto diversi tra loro, negozino continuamente differenti interessi cercando nuovi equilibri.

Ciò che certamente impreziosisce la relazione tra gli uomini, sia tra singoli che sul piano collettivo, è un cambio di visione del conflitto, da accogliere come un’opportunità piuttosto che come un disagio.

A partire da quest’idea si è articolato un cammino formativo che, sostenuto dall’esposizione teorica delle principali correnti psicopedagogiche che si occupano di negoziazione e corredato da numerose esercitazioni pratiche, ha mirato a potenziare le capacità di auto-osservazione dei partecipanti, per ampliare la loro capacità di mediare e di raggiungere obiettivi condivisi nella relazione con gli altri.

Guardare dentro di sé è il primo passo per rispondere positivamente ed efficacemente alle sollecitazioni ordinarie ed extra-ordinarie, da qui l’ascolto come spazio di accoglienza dell’altro e dei suoi bisogni: tappe di un processo che trasforma il conflitto in negoziazione, abilmente definita da Rubin Brown (1975) come:

“Un processo di risoluzione di un conflitto tra due o più soggetti in cui si cerca di stabilire cosa ognuno dovrebbe dare e ricevere in una transazione specifica finalizzata al raggiungimento di un accordo mutuamente vantaggioso ”

La passione con cui i partecipanti hanno accolto le due giornate di formazione rappresenta una risorsa sociale di grande valore: con la loro indubbia professionalità essi sapranno impiegare al meglio questi nuovi strumenti di lavoro per la creazione di nuovi percorsi virtuosi di cooperazione e di sviluppo dei potenziali.

Vi proponiamo alcune loro testimonianze:

  • "Ho compreso che nella vita quotidiana, nel lavoro e negli altri campi il negoziato può avere successo solo se in almeno una delle parti c'è una chiara definizione dell'obiettivo della risoluzione e se si sono definiti quei valori alti e profondi in sintonia con gli interessi delle persone coinvolte"
  • "Ho l'obiettivo di creare un setting che diventi sempre più abitudine, sia consapevole e ricerchi l'essenza della negoziazione. per utilizzarlo nel lavoro d'equipe, nella rete, dell'interazione con colleghi, nel mio vissuto"
  • "L'idea di negoziazione mi aiuterà ad uscire da me e mi aiuterà a mettermi in ascolto dell'altro costruendo un nuovo mondo condiviso"
  • "Mi è chiaro che è fondamentale fare un focus costante sul vero perché della negozizione: perché è necessaria, qual è il vero obiettivo, quali eventuali miei bisogni entrano in gioco, per prenderne distanza a favore del vero vantaggio che è la pace".

Alta Scuola di Pedagogia   |   Pedagogia per il Terzo Millennio   |   Fondazione Albero della Vita Onlus