E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Biglietto "LOVE"

    Biglietto "LOVE"
    Prezzo: 2,00 €

    A San Valentino, diglielo con i regali del cuore! Rendi il tuo messaggio d'amore ancora più......

    approfondisci
  • Le nuove Pergamene solidali

    Le nuove Pergamene solidali
    Prezzo: 3,50 €

    Sono arrivate le nuove pergamene solidali, dai un valore ancora più profondo ai momenti......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / Dalla fiaba al mito. Nuove risorse per gli educatori di Tel...

News

Bookmark and Share
Dalla fiaba al mito. Nuove risorse per gli educatori di Tel Aviv
Dalla fiaba al mito. Nuove risorse per gli educatori di Tel Aviv

TEL AVIV – Con il quarto ed ultimo incontro, si è concluso il percorso formativo realizzato dall’equipe pedagogica della Fondazione Patrizio Paoletti e dedicato genitori, educatori, insegnanti e dirigenti scolastici di Tel Aviv, in Israele.

8 intense giornate di approfondimento teorico-pratico, 48 ore d’aula in cui l’intrecciarsi delle relazioni umane e di un fertile spirito di condivisione ha scandito un percorso di senso attraverso i principi cardine di Pedagogia per il Terzo Millennio, metodo pedagogico ideato da Patrizio Paoletti.

La lezione conclusiva del seminario, intitolata “Imparare ad osservare: leggere gli eventi in base ai settennati”, è stata condotta dal dott. Stefano Gagliardi, docente della Fondazione Paoletti.

La classe ha potuto approfondire il concetto di settennato, definito come un sistema di rappresentazione del processo di accrescimento delle funzioni nell’uomo.

Ogni età porta con sé una nuova comprensione dell’io, una nuova autodefinizione di se stessi. Il settennato divide il processo evolutivo dell’uomo in cicli, appunto, di 7 anni. Ogni settenario richiede uno specifico linguaggio metaforico (fiaba, racconto eroico, mito), necessita di storie adatte alle caratteristiche dell’età dell’individuo.

All’educatore va quindi il compito di scegliere, scrivere e raccontare storie adatte all’età del bambino che vuole educare, per sollecitare in lui la dimensione che in quel momento gli è necessaria. E’ importante comprendere quali linguaggi e quali strumenti siano più idonei all’età del bambino/adolescente per permettergli di acquisire, e successivamente consolidare, le migliori capacità personali. È necessario dunque, che l’educatore sappia riconoscere nel bambino che ha davanti i suoi personali riferimenti e significati per poter veicolare i contenuti giusti nella storia giusta.

Per raggiungere questo spazio di comprensione, la classe si è confrontata, attraverso numerose esercitazioni pratiche, con una rilettura della propria storia evolutiva tra i 0 e i 21 anni. Questo lavoro sulla propria esperienza e, talvolta, su aspetti più in ombra del proprio passato, ha permesso di applicare per la prima volta la griglia rappresentativa del settennato, comprendendone a fondo i criteri. Il lavoro sulla propria storia ha inoltre offerto l’opportunità di leggere la propria storia da un nuovo più ampio e inclusivo punto di vista.

La classe, infine, ha indagato l’importanza dell’uso del linguaggio indiretto, utile all’educando ad attivare i propri processi di apprendimento e indispensabile all’educatore per lasciare un ampio spazio di autonomia al bambino, che altrimenti incapperebbe in una relazione di dipendenza con lui.

Lo staff della Fondazione si augura che gli strumenti pedagogici e didattici proposti durante i quattro incontri del percorso formativo possano rappresentare una nuova risorsa per gli educatori di Tel Aviv e possano aprire nuove opportunità per il futuro alle nuove generazioni in Israele.

L’entusiasmo e il successo che hanno accolto il lungo ed intenso percorso formativo proposto dalla Fondazione Patrizio Paoletti in Israele è stato possibile anche grazie alla collaborazione con lo staff di “Fondazione Patrizio Paoletti Israele”. A tutto il personale dell’organizzazione di Tel Aviv un sentito ringraziamento e un sincero augurio per la nuova sede che il progetto “I ragazzi della luce” inaugurerà nel prossimo mese.


Formazione pedagogica    |   Pedagogia per il Terzo Millennio   |   Progetto "Ragazzi della luce"   |   Un contributo di pace per Israele e Palestina