E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Biglietto "I Love You"

    Biglietto "I Love You"
    Prezzo: 2,00 €

    A San Valentino, diglielo con i regali del cuore! Rendi il tuo messaggio d'amore ancora più......

    approfondisci
  • Tazza: "Se esiste un io..." (PRODOTTO ESAURITO)

    Tazza: "Se esiste un io..." (PRODOTTO ESAURITO)
    Prezzo: 5,00 €

    PRODOTTO MOMENTANEAMENTE ESAURITO Tazza da collezione 21Minuti - I saperi dell'eccellenza (MINI......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / Sosteniamo i bambini e le famiglie: Fondazione Paoletti a...

News

Bookmark and Share
Sosteniamo i bambini e le famiglie: Fondazione Paoletti a Eurochild 2011
Sosteniamo  i bambini e le famiglie: Fondazione Paoletti a Eurochild 2011

CARDIFF, venerdì 2 dicembre – Marco Benini, pedagogista e responsabile dei progetti di Fondazione Patrizio Paoletti, ha partecipato alla conferenza annuale di Eurochild, network di organizzazioni che promuove e tutela i diritti dell’infanzia su tutto il territorio europeo.

La conferenza, tenutasi a Cardiff (Galles) venerdì 2 dicembre, ha lanciato con forza un corale invito all’azione rivolto a tutte le istituzioni locali, regionali, nazionali e sovranazionali europee. Il messaggio parte dai 150 enti che fanno parte oggi della rete Eurochild, tra i quali anche Fondazione Patrizio Paoletti.

Maria Herczog, Presidente di Eurochild che ha aperto la conferenza, ha affermato: “La crisi finanziaria ha colpito duramente le finanze pubbliche, ma i governi non devono permettere che i bambini e le famiglie paghino le conseguenze dei tagli ai servizi, perché ciò porterà problemi ancor maggiori nel lungo periodo. I bambini e le famiglie devono essere sempre in prima pagina nell’agenda europea. Le istituzioni locali, regionali e nazionali devono lavorare insieme su programmi nazionali per pianificare e dare il loro supporto per un miglior posizionamento dei fondi strutturali Europei.”

Gli obiettivi e le strategie 2020 offrono un’occasione straordinaria per dare nuova forza alla lotta contro la povertà infantile nell’Unione Europea: raggiungere l’ambizioso obiettivo di affrancare dalla povertà circa 20 milioni di persone entro il 2020. Ma questa strategia potrà avere successo se verrà adottato un approccio coerente e inclusivo per potenziare l’assistenza ai bambini e alle famiglie più a rischio.

Il dibattito di Cardiff ha individuato 5 punti fermi, 5 azioni da intraprendere:

  • L’Europa deve essere preparata a supportare le istituzioni locali, regionali e nazionali nei loro sforzi
  • La “Raccomandazione sulla povertà infantile e sul benessere”, attesa per il 2012, dovrà fornire un preciso quadro per l’Unione Europea e gli Stati Membri. E’ importante che tutte le politiche Europee e Nazionali diano attenzione e seguano le istanze della Raccomandazione.
  • Eurochild e i suoi membri continueranno a premere perché sia approvato un bilancio UE dedicato esclusivamente alla tutela dell’infanzia
  • Il network Eurochild si impegna a chiedere ripetutamente alle Istituzioni dell’Unione Europea un quadro di controllo che faciliti una regolare raccolta dei dati sull’infanzia
  • Eurochild pubblicherà, nel 2012, un Compendio atto a dimostrare come il successo di tutte le politiche dipenda dal modo in cui vengono messe in pratica

Mieke Schuurman, Segretario Generale Operativo di Eurochild, ha aggiunto:  “In relazione all’implementazione e al monitoraggio della ‘Raccomandazione’, auspichiamo che punti realmente ad un attento approccio ai diritti dell’infanzia e che i bambini e le famiglie abbiano accesso a risorse sempre più adeguate, a servizi sempre più di qualità e a migliori opportunità.”

Fondazione Patrizio Paoletti si unisce a questo contributo corale, augurandosi che tutte le istituzioni raccolgano le istanze emerse durante la conferenza Eurochild. L’Europa sta affrontando tempi difficili, ma l’agitazione non deve mettere a repentaglio gli investimenti sull’infanzia e sulle famiglie, altrimenti le perdite di capitale umano e sociale saranno inquantificabili.
 

Eurochild   |   Lotta alla povertà   |   Povertà infantile in Italia   |   Gli obiettivi "Europa 2020"