E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Tazza Millecolori

    Tazza Millecolori
    Prezzo: 10,00 €

    Vivi Appassionatamente, dillo da tutti! E se è vero che il buongiorno si vede dal mattino......

    approfondisci
  • Tazza ViVi Appassionatamente (PRODOTTO ESAURITO)

    Tazza ViVi Appassionatamente (PRODOTTO ESAURITO)
    Prezzo: 9,00 €

    (PRODOTTO ESAURITO) Vivi Appassionatamente, dillo a tutti! E se è vero che il buongiorno......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / David Gross. Educazione e ricerca viste da un Premio Nobel

News

Bookmark and Share
David Gross. Educazione e ricerca viste da un Premio Nobel
David Gross. Educazione e ricerca viste da un Premio Nobel

David Gross, Premio Nobel per la Fisica 2004, offre il suo contributo alla campagna di sensibilizzazione della Fondazione Paoletti “Ogni uomo è un educatore”.

Il fisico statunitense, premiato insieme ai colleghi Plitzer e Wilczek per la scoperta della libertà asintotica dei quark nella cromodinamica quantistica, ci parla oggi di ricerca e di educazione. Queste due realtà, secondo Gross, sono strettamente legate: attraverso la ricerca, le risorse tecnologiche,. economiche ed umane, oggi possiamo davvero aprire nuove porte sul futuro alle nuove generazioni.

Guarda il video

Come sostiene Patrizio Paoletti: le risorse sono fondamentali! Dobbiamo investire sui bambini e sull'istruzione. In troppi paesi non si investe abbastanza sull'istruzione e gli insegnanti non sono sufficientemente rispettati. Non si può avere una buona istruzione senza eccellenti insegnanti.

Ovviamente non possiamo pensare di avere per forza le risposte a tutto, di conoscere il miglior modo di educare o i metodi più efficienti. Però oggi abbiamo a disposizione straordinari mezzi tecnici (computer, internet...), possiamo ascoltare lezioni meravigliose impartite da qualcuno che si trova dall'altra parte del mondo, possiamo ottenere qualunque informazione comodamente seduti nella nostra camera da letto.

Secondo me, non abbiamo ancora ben capito come sfruttare al meglio questa incredibile risorsa e penso che dovremmo davvero fare esperimenti scientifici, sottoporre a test diverse idee sull’impiego della tecnologia in ambito educativo seguendo una metodologia rigorosa. Le nuove tecnologie possono essere davvero d’aiuto o è vero soltanto in teoria? Si possono ottenere risultati reali o l’entusiasmo di fronte a queste nuove possibilità è infondato?
L'istruzione deve diventare più scientifica!

Io dirigo il centro di ricerca Kavli Institute della California University, presso il quale studiano dottorandi, quindi persone con un grado di istruzione molto avanzato. Il nostro lavoro non è soltanto la loro formazione, ma soprattutto la formazione di noi stessi.

Continueremo a cercare nuovi modi per mettere insieme persone provenienti da discipline diverse per risolvere problemi diversi. Certamente non è facile far lavorare insieme un biologo, un fisico e un informatico per cercare di capire come funziona il cervello: non usano lo stesso linguaggio scientifico, hanno gerghi diversi! Di conseguenza, una delle cose che stiamo realmente cercando di fare è di mettere insieme diverse comunità che non parlano la stessa lingua scientifica, per far in modo che si spieghino e si capiscano l'un l'altro, che imparino uno la lingua dell'altro e poi collaborino, mettendo insieme le diverse competenze per risolvere lo stesso problema. Questo è ricerca oggi!


David Gross
 

Ogni uomo è un educatore   |   Il canale Youtube della Fondazione   |   Sensibilizzazione   |   Patrizio Paoletti