E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Le nuove Pergamene solidali

    Le nuove Pergamene solidali
    Prezzo: 3,50 €

    Sono arrivate le nuove pergamene solidali, dai un valore ancora più profondo ai momenti......

    approfondisci
  • T-Shirt Giracuori blu-fucsia per bambino

    T-Shirt Giracuori blu-fucsia per bambino
    Prezzo: 15,00 €

    Sono coloratissime, allegre e le abbiamo realizzate con tutta la nostra passione e il nostro amore......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / Educazione, un contributo di pace per il futuro di Israele...

News

Bookmark and Share
Educazione, un contributo di pace per il futuro di Israele e Palestina
Educazione, un contributo di pace per il futuro di Israele e Palestina

 TEL AVIV, 20 maggio – Israele, terra dalla storia travagliata e dal presente ancora incerto, ma anche di ricchezze inestimabili, di cultura e di speranze per il futuro: qui grazie all’impegno dei suoi sostenitori, la Fondazione Patrizio Paoletti ha attivato da diversi anni, progetti educativi e di ricerca orientati allo sviluppo sociale. Tra questi “Ragazzi della Luce”, laboratorio per la pace, in cui adolescenti a rischio di marginalità sociale di origine araba e israeliana, producono artigianalmente, con la cera riciclata dai diversi luoghi di culto di Gerusalemme, splendide candele.

La formazione dei giovani, dei loro educatori, delle famiglie e degli insegnanti sono passi fondamentali per il sostegno ai progetti che la Fondazione mette a servizio della collettività.

In questi giorni Fondazione Patrizio Paoletti e Associazione Patrizio Paoletti Onlus Israele hanno promosso e realizzato un intervento articolato in due giorni, 19 e 20 maggio, e dedicato all’aggiornamento pedagogico di educatori, insegnanti e dirigenti scolastici coinvolti nei progetti attivi in Israele, ma anche a scuole pubbliche. Il percorso formativo si è tenuto presso la scuola Gimnasia Herzelia di Tel Aviv.

La dott.ssa Elena Perolfi, docente del seminario, ha affrontato i temi della “mediazione” e della “traslazione”, concetti cardine del metodo didattico Pedagogia per il Terzo Millennio, ideato da Patrizio Paoletti.

Gli oltre 35 partecipanti hanno accolto con interesse i contenuti del corso, manifestando un’eccellente vivacità intellettuale. L’idea di “poter apprendere da tutto e da ogni cosa”,temi come l’empatia, la gestione delle emozioni, l’intelligenza emotiva hanno appassionato gli utenti del corso, che hanno partecipato con intensità anche agli approfondimenti pratici.

Imparare a gestire le proprie emozioni e le relazioni con gli altri, comprendendo la responsabilità educativa di cui tutti siamo portatori ed assumendola su di sé con consapevolezza: da questi presupposti può partire un percorso di crescita educativa e collettiva.

L’educazione è un processo che parte da noi stessi per poi estendersi all’altro. E’ ciò che è accaduto a Michael Lotovsky, uno dei ragazzi a rischio di marginalità sociale ospitati dal programma educativo e professionale “Ragazzi della Luce”:

“ll progetto ha cambiato in meglio la mia vita, il laboratorio è diventato la mia casa, mi ha dato un’etica del lavoro, mi ha calmato e ha cambiato la mia esistenza. Ora sono responsabile produzione della fabbrica di candele e do un esempio positivo ai nuovi ragazzi. Spiego loro che la volontà è la cosa più importante nella vita”.

Parole come quelle di Michael Lotovsky raccontano di una conquista personale in grado di alimentare un cambiamento determinante all'interno dell'ambiente sociale d'appartenenza.

Oggi Michael è tra gli allievi del seminario di Tel Aviv! La sua presenza testimonia quanto sia importante la formazione degli educatori in un territorio difficile come quello di Israele. Una maggiore consapevolezza del loro ruolo può aprire nuove opportunità per il futuro alle nuove generazioni.

L’entusiasmo e il grande spirito partecipativo che hanno accompagnato le due giornate di formazione sono una risorsa preziosa per lo sviluppo sociale di questa collettività: la Fondazione Paoletti è felice di contribuire, insieme ai suoi sostenitori, ad alimentarlo.
 

Formazione pedagogica    |    Pedagogia per il Terzo Millennio   |   Mediazione   |   "Ragazzi della luce": un laboratorio per la pace