E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Tazza Red Heart

    Tazza Red Heart
    Prezzo: 10,00 €

    Vivi Appassionatamente, dillo da tutti! E se è vero che il buongiorno si vede dal mattino......

    approfondisci
  • T-shirt l'Amore si Impara Donna Viola

    T-shirt l'Amore si Impara Donna Viola
    Prezzo: 20,00 €

    “Non esistono formule né metodi: solo amando impariamo ad amare” (A.......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / Emergenza sanitaria in Amazzonia. Sostieni anche tu...

News

Bookmark and Share
Emergenza sanitaria in Amazzonia. Sostieni anche tu l'intervento di Scuole nel Mondo
Emergenza sanitaria in Amazzonia. Sostieni anche tu l'intervento di Scuole nel Mondo

Dal 2007 Fondazione Patrizio Paoletti e Associazione Patrizio Paoletti Onlus sono impegnate, con il programma “Scuole nel Mondo”, nella regione peruviana di Loreto.

Purtroppo la vita delle persone che abitano questo territorio, già resa precaria da povertà e malnutrizione infantile, è oggi fortemente minacciata da un terribile nemico: il dengue. Si tratta di un virus che tormenta da tempo le popolazioni dell’area fluviale del Rio delle Amazzoni, ma che mai fino ad oggi era stato così letale. Dall’inizio dell’anno, cioè in meno di due mesi, si sono registrati 14521 casi di febbre da dengue, di cui 2200 presentano una sintomatologia grave; i morti sono invece 14, tra i quali nove sono bambini tra i 2 e i 13 anni.

Il dengue è una malattia tropicale altamente infettiva caratterizzata da febbre alta, tumefazioni articolari dolorose, eruzioni cutanee e, nello stato più avanzato, emorragie interne. Questo virus viene trasmesso da una zanzara, esattamente come la malaria, e la sua diffusione è favorita da depositi di acqua impura.

L’infezione in sé non ha cure, quindi bisogna attendere che nel periodo di degenza (dai 5 ai 7 giorni) il sistema immunitario del malato reagisca e faccia passare la febbre. Ciò che invece si può ed è necessario fare è monitorare costantemente il paziente per accorgersi tempestivamente di eventuali complicazioni a livello neurologico, cardiocircolatorio ed emorragico che questa malattia può causare e che possono portare, purtroppo, alla morte.

Come in tutte le epidemie i bambini, gli anziani e, in generale, le persone in stato di debilitazione e denutrizione sono particolarmente vulnerabili. A livello socio-sanitario sono diverse le problematiche su cui è indispensabile intervenire:

  • è comparso un nuovo sierotipo del virus, che presenta una sintomatologia piuttosto differente dai normali ceppi di dengue a cui è abituata la popolazione locale. Esso ritarda la comparsa dei sintomi, causando il tardivo ricorso a strutture ospedaliere da parte delle persone colpite
  • le strutture ospedaliere del territorio hanno una capacità operativa difficilmente in grado di gestire tutte le richieste di controllo, monitoraggio e quarantena dei pazienti con bisogno di terapia ed isolamento
  • la fumigazione, ovvero la disinfestazione delle larve delle zanzare, procede lentamente a causa dell’insufficiente disponibilità di persone ed equipaggiamento

Il programma “Scuole nel Mondo” si è già attivato per fornire assistenza alla popolazione di Loreto. Con la collaborazione di una ONG locale, ha formulato un intervento d’emergenza finalizzato a rafforzare la risposta del settore socio-sanitario nel municipio di San Juan, che si estende dalla zona urbana della città di Iquitos sino alla zona semi-rurale circostante e che risulta il territorio più colpito dall’epidemia di dengue.

Obiettivo centrale dell’intervento è rafforzare le capacità di diagnosi del centro di salute di San Juan e contenere la mortalità, soprattutto quella infantile, attraverso la realizzazione di attività extraospedaliere di prevenzione. I primi risultati sono già arrivati:

  • sono state intensificate le operazioni di identificazione e di monitoraggio dei sintomi al di fuori dell’ambito ospedaliero grazie ad un servizio di visita domiciliare
  • sono state rafforzate, con personale aggiuntivo e piccole attrezzature, le capacità di diagnosi del centro di salute della zona
  • è stato messo in atto un piano di comunicazione e prevenzione, teso a informare e sensibilizzare la popolazione sui sintomi della malattia (volantinaggio, cartellonistica, diffusione radiofonica)
  • è stato intensificato il ritmo e migliorata la qualità della fumigazione di spazi pubblici nella zona con personale aggiuntivo e piccole attrezzature

La popolazione di Loreto ha bisogno di essere aiutata. Fondazione e Associazione Paoletti continuano ad impegnarsi per fornire il loro contributo alle comunità amazzoniche del Perù. I bambini e le famiglie meritano l’assistenza che desideriamo garantire loro. Gli importantissimi risultati fin ora ottenuti sono stati possibili grazie alla generosità di chi ha sostenuto e di chi sostiene il programma “Scuole nel Mondo”.

La speranza è che si possa continuare a proseguire su questa strada, illuminata dalla solidarietà e dalla sensibilità di voi tutti. Sostenete anche voi l'impegno di Scuole nel Mondo in Amazzonia! Con il vostro contributo potete fare molto, perché "è necessario creare tutte quelle condizioni che permettano un'adeguata istruzione, senza di esse non ci può essere processo di apprendimento, né progresso sociale" (Patrizio Paoletti).

 

Scuole nel Mondo    |    Sostieni