E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Gli Angeli di feltro

    Gli Angeli di feltro
    Prezzo: 5,00 €

    Riscalda il Natale, con un Angelo in feltro da regalare o da appendere a tuo......

    approfondisci
  • T-Shirt Giracuori fucsia-blu per bambino

    T-Shirt Giracuori fucsia-blu per bambino
    Prezzo: 15,00 €

    Sono coloratissime, allegre e le abbiamo realizzate con tutta la nostra passione e il nostro amore......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / Perché ogni uomo è un educatore: Neuroni lo...

News

Bookmark and Share
Perché ogni uomo è un educatore: Neuroni lo specchio dell'io.
Perché ogni uomo è un educatore: Neuroni lo specchio dell'io.

Dimostrata l’esistenza dei neuroni specchio nel cervello umano.
Dagli Stati Uniti arriva la validazione neuroscientifica della scoperta degli anni ’90 di Giacomo Rizzolatti.

Il team dell’italiano Marco Iacoboni dell’Università di Los Angeles, è riuscito a provare l’effettiva presenza dei neuroni del rispecchiamento nell’uomo. Un passo determinante, che sancisce la scientificità di una scoperta nata dallo studio di Rizzolatti, Gallese, Fogassi e Fadiga sulle scimmie.

Da sempre l’approccio pedagogico dei programmi di Fondazione Patrizio Paoletti sostiene il valore del rispecchiamento empatico.
La teoria dei neuroni specchio, infatti, è da sempre una componente importante del metodo educativo Pedagogia per il Terzo Millennio, ideato e promosso da Patrizio Paoletti insieme all’equipe scientifica dell'omonima Fondazione.

Il metodo PTM, tra gli altri, pone in rilevanza due concetti cardine nella sua didattica del rispecchiamento ovvero, empatia e risonanza.

Quando due o più persone comunicano si crea una relazione empatica attivata anche dai neuroni specchio. Le rispettive componenti limbiche del cervello si posizionano sulla stessa frequenza per rispecchiamento reciproco, entrando in un territorio emotivo comune.
Dallo studio dei neuroni specchio emerge come inevitabilmente i nostri stati emotivi, le nostre posture, le nostre interazioni abbiamo un impatto considerevole su chi ci circonda.

Secondo le ultime scoperte neuroscientifiche l'uomo si specchia nelle emozioni dell'altro. Uno scambio reciproco espresso a livello cerebrale dall'attivazione di specifici neuroni che identificano un territorio emozionale comune di scambio e condivisione.

Un sentimento di rancore, apatia o più in generale negatività, creerà quindi delle condizioni di condivisione neurologica orientate al meno.

Al contrario, promuovere partecipazione, curiosità e positività innescherà uno scambio pro-attivo. Potrebbe sembrare un'ovvietà, ma mai prima d'ora tale idea così familiare, era stata insignita di valore scientifico.

La campagna di sensibilizzazione promossa da FPP "Ogni Uomo è un Educatore" attiva da gennaio 2009 esprime questo concetto in ogni aspetto e attività.

Educarsi a educare significa porsi nella condizione migliore per esprimere all'altro il meglio della propria individualità, attivando una risonanza virtuosa. Come educatori siamo responsabili della creazione di un territorio empatico orientato ad accogliere chi, diversamente da noi, necessita di uno spazio neutrale in cui costruire la propria identità orientandola alla crescita continua.