E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • T-Shirt Vivi Appassionatamente Uomo

    T-Shirt Vivi Appassionatamente Uomo
    Prezzo: 20,00 €

    Vivi Appassionatamente, dillo a tutti! Acquistando la maglietta della fondazione Paoletti non solo......

    approfondisci
  • Tazza ViVi Appassionatamente (PRODOTTO ESAURITO)

    Tazza ViVi Appassionatamente (PRODOTTO ESAURITO)
    Prezzo: 9,00 €

    (PRODOTTO MOMENTANEAMENTE ESAURITO) Vivi Appassionatamente, dillo a tutti! E se è......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / 8 marzo: le donne messaggere dell'eccellenza

News

Bookmark and Share
8 marzo: le donne messaggere dell'eccellenza
8 marzo: le donne messaggere dell'eccellenza

Per il centenario dell’8 marzo Fondazione Patrizio Paoletti ringrazia tutte le donne, che ogni giorno rappresentano il vero cuore dello sviluppo, in ogni parte del mondo. Ogni donna, madre, figlia, moglie, compagna, nonna e nipote è portatrice di valori oggi necessari più che mai, ma che troppo spesso non sono sufficientemente riconosciuti e apprezzati.

Sono infatti ancora troppe le donne soggette a disparità, che continuano a lottare per assicurare un’esistenza dignitosa ai loro figli, donne costrette a sacrificare la famiglia, che non si vedono riconoscere un ruolo economico e politico, di crescita e sviluppo.
 
Oggi, Fondazione Paoletti coglie l'occasione per fare il punto sulle realtà eccellenti nate dall'universo femminile, esperienze educative in cui le donne sono protagoniste e artefici dello sviluppo sociale, ammirate perché linfa vitale, apprezzate come messaggere di tolleranza, compassione, pazienza, volontà, sacrificio e attaccamento alle radici.
 
Le donne amano lavorare, sono imprenditrici in ogni campo della loro vita, hanno grandi potenzialità ed energia.
Nei seminari del Programma Scuole nel Mondo, ad esempio,più dell’80% dei partecipanti è costituito da donne. Il dott. Marco Benini, pedagogista di FPP, racconta che in Congo le donne si alzano alle cinque del mattino per raccogliere gli ortaggi che poi andranno a vendere al mercato. Rientrano alle sette di sera, sfinite, ma con i soldi necessari a poter garantire qualcosa ai propri figli. Un esempio incredibile di dedizione e forza di volontà.
 
Altro esempio di eccellenza al femminile è il Comitato nutrizionale per la sicurezza alimentare di Hipólito Unanue, dove FPP è presente con il programma di miglioramento delle condizioni di vita di bambini e bambine. Queste donne sono tutte madri e collaborano con il dott. Massimiliano Gattei, cooperatore di Associazione Paoletti in Perù, per migliorare la qualità del cibo per le comunità dell’Amazzonia.
 
Ma perché le donne? In occasione di 21 minuti I saperi dell’Eccellenza, molti protagonisti tra cui Tegla Lourupe, Erin Gruwell e Sanjit Bunker Roy, hanno descritto le donne come un simbolo di affidabilità. Gli uomini, ha invece sottolineato con forza Bunker Roy, sono ambiziosi, irrequieti, vogliono riconoscimenti e gratificazioni mentre le donne sono pazientitolleranti,attaccate alla terra e ai valori profondi.
 
Parliamo qui anche delle nonne del Barefoot College. L’Università degli Scalzi, creata da Bunker Roy e sua moglie Aruna, dove le donne, acquisiscono conoscenze pratiche, essenziali per combattere la povertà nei paesi in via di sviluppo. Qui s'impara a costruire pannelli solari e, grazie all’energia del sole, si fanno funzionare i forni per cuocere i cibi, garantiscono qualche ora di luce quando è buio, e indirettamente, cambiano il modo di vivere di tante persone.
 
Le donne che costruiscono i pannelli solari, diventano custodi di un sapere prezioso, un sapere che diventa tradizione e che, con gioia, viene tramandato da nonna a nipote. La donna quindi, assume un ruolo sociale, ruolo che le permette di appartenere a un clan totalmente femminile capace di dare energia alla vita dell’intera comunità. E questo diventa responsabilità, la responsabilità di migliorare il mondo.
 
Le donne del microcredito sono un altro esempio meraviglioso di eccellenza imprenditoriale. Nell’epoca della crisi, molte donne hanno saputo abilmente sfruttare la grande possibilità concessa loro dal microcredito, nato dall’iniziativa del 1976 di Muhammad Yunusfondatore della “banca del villaggio”.
Sono le donne che garantiscono il più elevato tasso di restituzione dei prestiti, pari al 97%. Una percentuale altissima, che dice molto sul grado di affidabilità e ottimizzazione delle risorse dell’universo femminile.
 
Donne partecipi e piene di energia, che operano per contribuire attivamente allo sviluppo della società, donne che sono anche il motore di Carovana del Cuore, campagna di sensibilizzazione ai diritti dell'infanzia di FPP.
 
In occasione della Festa della Donna, rinnoviamo l’invito a educarci al rispetto dell’altro per promuovere l'uguaglianza fra i sessi e assicurare alle donne crescita e protezione.  Solo imparando a conoscere e capire le potenzialità del femminile, evidenziate negli esempi citati, potremo rispettare noi stessi e migliorare il futuro di tutti.
 
Buona Festa della Donna a tutti! E sopratutto che possa essere la festa della donna tutti i giorni.