E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Traslazione

    Traslazione
    Prezzo: 18,00 €

    Disponibile nelle seguenti lingue: italiano, inglese, spagnolo, francese, portoghese Collana:......

    approfondisci
  • Le nuove Pergamene solidali

    Le nuove Pergamene solidali
    Prezzo: 3,50 €

    Sono arrivate le nuove pergamene solidali, dai un valore ancora più profondo ai momenti......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / Abbiamo presentato "Prefigurare il futuro 2018":...

News

Bookmark and Share
Abbiamo presentato "Prefigurare il futuro 2018": 7 incontri gratuiti per la ricostruzione interiore dopo il sisma
Abbiamo presentato "Prefigurare il futuro 2018": 7 incontri gratuiti per la ricostruzione interiore dopo il sisma

di CIRO SCATEGNI

Ascoli Piceno, 19 febbraio 2018 - Fortificare la speranza e la progettualità di chi ha subito il trauma del sisma, affiancando al lavoro di ricostruzione di case e monumenti, un percorso guidato da esperti qualificati che sostenga e favorisca anche la ricostruzione interiore delle persone.. Questo è l’obiettivo del nuovo ciclo di incontri gratuiti guidati dagli psicologi, formatori e neuroscienziati della Fondazione Patrizio Paoletti che da marzo a giugno 2018 si svolgeranno nelle Marche (Ascoli Piceno, Acquasanta Terme, Arquata del Tronto, San Benedetto del Tronto) e nell’Umbria (Cascia e Preci).

Oggi abbiamo presentato al Palazzo dell'Arengo di Ascoli Piceno l'edizione 2018 di “Prefigurare il futuro, metodi e tecniche per potenziare speranza e progettualità”   in una conferenza stampa patrocinata dal Ministero della Salute. Sono intervenuti Patrizio Paoletti, presidente dell’omonima Fondazione, e Tania Di Giuseppe, responsabile del progetto e coordinatrice della divisione di ricerca psico-pedagogica. Oltre a loro sono intervenuti Grazia Serantoni, psicologa, psicoterapeuta e ricercatrice; Guido Castelli e Donatella Ferretti, rispettivamente sindaco e vicesindaco di Ascoli Piceno; Aleandro Petrucci, sindaco di Arquata del Tronto; Antonella Baiocchi, assessore di San Benedetto del Tronto; Marzia Lorenzetti, presidente dell’Ordine degli assistenti sociali delle Marche; Domenico Fanesi, Ambito territoriale sociale 22; Marco Angelo Barioglio, Tavolo di coordinamento ASUR Area vasta 5.

Sono 7 gli incontri aperti a tutti di “Prefigurare il futuro”, che prenderà il via giovedì 1 marzo ad Ascoli Piceno (Palazzo dei Capitani, Sala dei Savi). Ciascun incontro affronterà temi specifici: dal funzionamento cerebrale al processo motivazionale, dalle dinamiche di relazione alle modalità con cui parlare ai bambini del terremoto.  Inoltre, attraverso esperienze pratiche guidate, di gruppo e individuali, e tecniche psicologiche e di mindfulness, gli esperti della Fondazione offriranno ai partecipanti alcuni semplici strumenti per innalzare la qualità della vita e rafforzare le proprie capacità interiori, in primo luogo la resilienza.

Per iscriverti e consultare il calendario completo degli incontri CLICCA QUI

Il successo della scorsa edizione, che ha contato più di 400 presenze, ci ha spinti a proseguire nel suo impegno anche quest’anno. I temi del percorso 2018 sono stati individuati proprio sulla base delle interviste rilasciate dai partecipanti dell’anno scorso, oggetto di un’indagine quali-quantitativa per valutare l’efficacia percepita degli incontri. L’analisi, condotta dal team scientifico della Fondazione in collaborazione con la psicologa e ricercatrice Grazia Serantoni, ha evidenziato le aree di bisogno e di maggiore interesse: la gestione delle emozioni, la resilienza e gestione degli eventi stressanti, le tecniche comunicative, le neuroscienze, la formazione esperienziale.

“Oggi come mai prima d’ora – ha detto Patrizio Paoletti, presidente della Fondazione Paoletti e ideatore dell’iniziativa – la neuroscienza e l’interdisciplinarità sono strumenti preziosi per rafforzare le capacità positive interiori e generare contesti resilienti, in primo luogo dentro di noi. Grazie a semplici tecniche abbiamo la possibilità di esplorare quelle esclusive abilità umane che ci suggeriscono come reagire, ci invitano a nuove modalità di utilizzo di noi stessi e ci permettono di trasformare i condizionamenti in condizioni e le condizioni in opportunità”.

Oltre alla rinnovata partnership con i Comuni di Ascoli Piceno, Acquasanta Terme e Arquata del Tronto, quest’anno Prefigurare il futuro vede anche la collaborazione di San Benedetto del Tronto, dei Comuni umbri Cascia e Preci, del tavolo di coordinamento ASUR (Area Vasta 5) e dell'Ambito Territoriale Sociale 22.

PARTECIPA AL PROGETTO